News

AIDA, il centro di formazione di Milano, che fa brillare gli allievi
Nato nel 2008 per volontà di Marisa Caprara, Manuela Ceretti e Biagio Tambone, AIDA ha indetto audizioni per l'anno 2021/22

Il Centro di Formazione AIDA è una Scuola di Alta Formazione Professionale per danzatori, nata nel 2008 dalla passione e dalla volontà di Marisa Caprara, Manuela Ceretti e Biagio Tambone, soci fondatori e docenti stabili della scuola.

La volontà di perseguire prima di tutto la qualità nella didattica e di offrire agli allievi la possibilità di studiare in modo strutturato e pianificato, si è trasformata velocemente in un obiettivo ambizioso: rappresentare un’alternativa di altissimo livello nello scenario della danza classico-accademica professionale, formando danzatori eclettici, ballerini classici con una buona tecnica e un elevato senso artistico, in grado di confrontarsi egregiamente anche con il repertorio neoclassico e contemporaneo.

Da queste premesse è iniziata l’avventura del Centro di Formazione AIDA.

Dopo tredici anni, possiamo affermare che questo obiettivo è stato raggiunto; ne sono una prova i molteplici riconoscimenti artistici e professionali ottenuti dagli allievi, molti dei quali sono entrati in importanti accademie a livello nazionale e internazionale, come la Scuola di Ballo del Teatro alla Scala, la Palucca Hochschule Dresden e la Scuola del Teatro dell’Opera di Roma o lavorano in compagnie di caratura internazionale, quali il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala, il Balletto di Dortmund, il Corpo di Ballo del Teatro San Carlo, il Corpo di Ballo del Teatro Massimo e il Balletto di Milano.

Dai 15 allievi dell’anno accademico 2008/2009, il Cfa è cresciuto negli anni fino a raggiungere oggi quota 150; un incremento numerico e una crescita artistica che dimostra quanti progressi siano stati fatti in tredici anni. La dedizione e l’entusiasmo che hanno contraddistinto il lavoro quotidiano di uno staff eccezionale sono la linfa vitale che ogni giorno alimenta la passione degli allievi e li stimola a migliorarsi con attenzione e costanza.

Il percorso accademico è articolato su otto annualità (a partire dagli 11 anni), a cui si aggiunge  un BIENNIO DI PERFEZIONAMENTO post diploma, aperto anche a danzatori esterni (dai 18 ai 25 anni).

La programmazione didattica del percorso accademico prevede lo studio quotidiano di diverse discipline, organizzate in classi femminili e maschili:

  • tecnica classica (fulcro del piano formativo)
  • repertorio
  • passo a due
  • punte
  • sbarra a terra
  • tecnica contemporanea
  • improvvisazione
  • storia del balletto

Accanto allo studio della tecnica, lo staff del CFA pone estrema attenzione alla preparazione degli allievi in previsione di un inserimento nel mondo del lavoro

La parola d’ordine, in questo senso, è apertura. Il Cfa è una scuola in costante evoluzione, che, partendo dalle proprie solide basi, tiene il passo di quanto succede all’esterno.  Per questa ragione, gli allievi sono chiamati a confrontarsi, nel corso dei vari appuntamenti organizzati ogni anno accademico, con maestri ospiti provenienti da diverse accademie di caratura internazionale: J. Beechey e A. Watkin, direttori della Palucca Hochshule e del Semperoper di Dresda, Xin Peng Wang direttore dell’Opéra di Dortmund, Roberto Scafati direttore dell’Opera di Triel, Ivan Liska direttore del Ballet Junior di Monaco di Baviera e ancora Piotr Nardelli, Ivan Dubreuil, Aurelie Kayla, Nicole Cavallin, Lorand Zachar.

Lavorare nel mondo della danza, soprattutto in Italia, non è semplice: il compito di tutto lo staff CFA è quello di formare ballerini completi, mettendoli nelle condizioni di poter affrontare le molteplici sfide lavorative in modo soddisfacente.

E i risultati si vedono: gli allievi diplomati al CFA che sono riusciti ad intraprendere la carriera del ballerino sono molteplici, in varie compagnie italiane e internazionali: dal Balletto di Milano al Theater Dortmund, dal Balletto di Toscana al Finnish National Ballet.

Gli allievi, inoltre, iniziano già durante il percorso accademico ad intraprendere esperienze performative: in primo luogo grazie alle produzioni della Junior Ballet, compagnia formata dai giovani allievi che più si sono distinti. La compagnia rappresenta un vero e proprio tirocinio professionale, avvalorato dalla firma di coreografi di grande prestigio come Biagio Tambone, Lara Bogni, Francesco Ventriglia, Fabio Lopes, Attila J. Csiki, Stefania Ballone, Alessio Di Stefano Fabrizio Coppo. Da qualche anno, inoltre, è nata una stretta collaborazione con il Balletto di Milano, la cui direzione ha dimostrato di apprezzare la preparazione tecnico-artistica degli allievi, tanto da inserirli nell’organico della compagnia già dall’ottavo anno di studio.

Per l’anno accademico 2021/2022 le audizioni al momento programmate si terranno nelle seguenti date:

  • 8 MAGGIO
  • 22 MAGGIO
  • 19 GIUGNO

Il CFA è costantemente alla ricerca di giovani talenti che vogliano entrare a far parte di questa grande famiglia e che vogliano affidarsi a docenti d’eccellenza per la loro formazione; le doti fisiche e le attitudini tecnico artistiche sono importanti ma non sufficienti a creare un danzatore professionista: concentrazione quotidiana, costanza, passione, disciplina, fiducia e rispetto per gli insegnanti, duro lavoro… sono questi gli ingredienti per arrivare a brillare davvero.

Oggi è il 17 Settembre 2021

IN EVIDENZA

DELLALO'

AIDA CONSIGLIA

Archivio