Broadway Bound Rubriche

Mathew Knowles, papà di Beyoncé, produrrà “Survivor: The Destiny’s Child Musical”

Tra le icone degli anni ‘90 è impossibile dimenticarsi di loro. Dal loro esordio nel 1990, le Destiny’s Child hanno venduto oltre 150 milioni di dischi in tutto il mondo, vinto numerosi Grammy Awards, sono state fonte d’ispirazione e hanno conquistato generazioni di fan. Ora, per la prima volta in assoluto, il pubblico potrà conoscere il dietro le quinte di questo enorme successo, come è stata creata la più grande girl band di tutti i tempi e soprattutto la mente dietro di loro, Mathew Knowles (manager e padre dell’icona pop Beyoncé).

“Sento che è tempo di dare al mondo l’opportunità di ascoltare, vedere e sentire le vittorie e i fallimenti che ho avuto come marito, padre e manager che ha rischiato tutto alla ricerca di sogni appaganti, quelli miei e di altri” spiega Knowles, co-creatore e manager delle Destiny’s Child.

Dal suo punto di vista, “Survivor: The Destiny’s Child Musical” si svilupperà attraverso una trama accattivante affrontando gli step dell’evoluzione – buoni e cattivi – che Knowles affrontò durante la sua pionieristica scalata nell’industria musicale . In definitiva, la storia condivide il messaggio che costruire un sogno richiede sacrificio, anche a costo di tutto e di tutti coloro che ami.

Con un progetto di tale portata e importanza, Knowles sapeva che non c’era un narratore più preparato per dare vita alla sua visione dello scrittore, produttore, regista e nativo di Houston, Je’Caryous Johnson.

Veterano del settore teatrale, Johnson è uno dei più prolifici produttori commerciali che lavorano oggi. Ha incassato circa un quarto di miliardo di dollari al botteghino, ha scritto, diretto e prodotto più di 20 opere teatrali viste da milioni di spettatori. Le sue recenti produzioni teatrali includono “Redemption of a Dogg”, un bio-musical originale basato sulla vita e la musica della superstar del rap Snoop Dogg, e “Set It Off Live”, un adattamento teatrale dinamico del film cult della Warner Brothers del 1996, interpretato da Queen Latifah, Jada Pinkett-Smith e Vivica A. Fox. I critici salutano l’adattamento di Johnson – che ha come protagonista uno dei membri originali delle Destiny’s Child LeToya Luckett – come, tra gli altri superlativi, “innovativo”.

“Sono estasiato di lavorare con Mr. Knowles sullo sviluppo di “Survivor: The Destiny’s Child Musical” – afferma Johnson – È una storia unica e stimolante che affronterà senza timore verità molto dure. È giusto, è reale ed è un onore assoluto sapere che Mr. Knowles si fida di me per scrivere e produrre un pezzo iconico della storia musicale americana.”

Con un mix magistrale di musica, danza e bellissime immagini, “Survivor: The Destiny’s Child Musical” promette una completa trasparenza nel conoscere approfonditamente l’uomo che ha sviluppato la carriera di un gruppo di ragazze iconiche e l’eredità di una delle più grandi superstar della musica.

“La mia missione è raccontare le storie delle nostre leggende e cementare le loro eredità nella storia del nostro mondo – continua Johnson – ma questo progetto mi è molto caro. Essendo un nativo di Houston, ho un’affinità speciale verso le Destiny’s Child perché siamo della stessa città e ne promuovono la grandezza! Posso assicurare ai loro fan, e ai miei, che darò tutto ciò che ho a questa storia e farò in modo che sia il più grande spettacolo che abbiano mai sperimentato!”

“Survivor: The Destiny’s Child Musical” sarà l’evento must-see del 2020 che lascerà il pubblico affascinato e ispirato. La produzione sarà presentata in anteprima a Houston, con un occhio già rivolto verso Broadway, il West End di Londra e, infine, il suo tour mondiale.

Oggi è il 26 Maggio 2019

EVENTI

Archivio

X