News

La Bella addormentata nel bosco: la Scala torna a danzare la fiaba più bella

Dal prossimo 26 giugno, e per sette date (26, 27, 29 giugno 2, 3, 5, 9 luglio 2019) il Teatro Alla Scala di Milano mette nuovamente in scena, a dodici anni dalle precedenti rappresentazioni, La Bella addormentata nel bosco, nella celebre versione con la coreografia di Rudolf Nureyev, che proprio al lirico scaligero affidò, nell’ormai lontano 1966, il debutto della “sua” Bella.

Del balletto originale, così come l’aveva creato Marius Petipa, Nureyev seppe mantenere la straordinaria purezza e l’atmosfera di sogno, e nel tempo stesso la sontuosità, ma diede alla vicenda un respiro teatrale e drammatico totalmente nuovi, una coreografia articolata e composita, arricchita da variazioni impegnative, così da dare maggiore profondità ai tratti caratteristici dei vari personaggi.

L’allestimento, creato per la Scala nel 1993, porta la firma del Premio Oscar Franca Squarciapino, mentre l’orchestra e la straordinaria partitura di Čajkovskij saranno dirette da Felix Korobov. Protagonista nel ruolo principale sarà l’étoile Svetlana Zakharova, a cui si alternerà come artista ospite, nelle date del 26 e 29 giugno, Polina Semionova, principal dancer e plurinominata Danzatrice dell’anno presso la Berliner Staatsoper.

PROGRAMMA

Pëtr Il’ič Čajkovskij

La Bella addormentata nel bosco

Balletto in un prologo e tre atti dalla fiaba “La Belle au bois dormant” di Charles Perrault

Libretto di M. Petipa e I.A. Vsevoložskij

Coreografia e regia

Rudolf Nureyev

Scene e costumi

Franca Squarciapino

Étoile

Svetlana Zakharova

(5, 9 luglio)

Artista ospite

Polina Semionova

(26, 29 giugno)

 Direttore

Felix Korobov

Corpo di Ballo e Orchestra del Teatro alla Scala

 Produzione Teatro alla Scala

Oggi è il 14 Dicembre 2019

Archivio

X