News

Bentornato Royal Ballet

Il Royal Ballet tornerà sul palco della Royal Opera House il mese prossimo per un’esibizione celebrativa dei balletti più significativi del suo repertorio di danza.

Il 9 ottobre alle 20:30 ora italiana, l’intera Compagnia, circa 100 ballerini, tornerà sul palco del proprio teatro, per la prima volta da quando è iniziato il blocco degli spettacoli, assieme all’Orchestra della Royal Opera House per uno spettacolo in live streaming.

Nel corso della serata, fortemente voluta e curata da Kevin O’Hare, direttore del Royal Ballet, potremo tornare ad apprezzare sia la bravura artistica dei ballerini che la vastità del repertorio della Compagnia.

I balletti classici molto amati della tradizione e del XX secolo includeranno passi a due e brani di Marius Petipa, Lev Ivanov, Frederick Ashton, Kenneth MacMillan e George Balanchine. Per la danza contemporanea invece la serata vedrà i lavori di Wayne McGregor, Christopher Wheeldon, Cathy Marston, Hofesh Shechter e Sidi Larbi Cherkaoui.

Si esibiranno 10 coppie di primi ballerini:  la coppia superstar composta da Marianela Nuñez e Vadim Muntagirov, Sarah Lamb e Ryoichi Hirano, Yasmine Naghdi e Nicol Edmonds, Akane Takada e Federico Bonelli, Mayara Magri e Matthew Ball, Francesca Hayward e Cesar Corrales, e infine Fumi Kaneko e Reece Clarke.

Per garantire la sicurezza dei ballerini e prevenire la diffusione del coronavirus, sono state adottate misure precauzionali che hanno incluso un rigoroso distanziamento sociale in studio, oltre a test per quei ballerini a contatto fisico durante le prove, somministrati privatamente senza spese a carico del SSN. O’Hare dice “Siamo entusiasti che l’intera Compagnia torni sul palco della casa cui appartengono. In questi ultimi sette mesi ai ballerini è mancata terribilmente l’esibizione sul palco, e quindi la connessione emotiva, con il loro pubblico, e, personalmente, sono rimasto molto colpito dalla forza e dalla tenacia che hanno mostrato in queste circostanze difficili. I ballerini sono stati messi in cassa integrazione e hanno fatto del loro meglio per rimanere creativi e in forma fino al loro ritorno al lavoro, lo scorso luglio. È stato così strano,” dice O’Hare,” nessun ballerino di danza classica ha mai avuto così tanto tempo libero. È impensabile per loro avere qualsiasi tipo di pausa, dall’entrata nella scuola di ballo in poi è un vortice costante di movimento. Mi auguro che questo meraviglioso evento sia un’occasione per ricordare ciò che rende così speciali il Royal Ballet e le fantastiche squadre dei lavoratori della Royal Opera House.”

Questa performance segnerà la fine di uno dei periodi più impegnativi per la Royal Opera House e sarà usata come un importante esperimento pilota per tornare alle esibizioni pubbliche nel rispetto delle linee guida del governo.

A meno che le regole non cambino, sarà presente in sala un pubblico appositamente invitato e socialmente distante che includerà studenti e operatori sanitari.

“Il mondo delle arti si rivolge sempre più allo streaming come mezzo per generare reddito e rimanere creativi. Avere l’intera compagnia del Royal Ballet che si esibisce – anche se non contemporaneamente – sarà un’enorme sfida logistica, ma eccitante” afferma O’Hare. “Sento che sarà una notte da ricordare.”

L’evento sarà trasmesso in diretta tramite il sito web della Royal Opera House, al prezzo di £ 16,00 per famiglia e sarà disponibile per la visione su richiesta per 30 giorni.

Questo il link per acquistare i biglietti digitali:

https://stream.roh.org.uk/checkout/the-royal-ballet-back-on-stage-1/purchase?_ga=2.19410353.848474266.1600905161-1199767840.1591747275

Foto: Tristram Kenton

Oggi è il 25 Ottobre 2020

Archivio