News

Vittorio Galloro e Arianne Lafita protagonisti in Russia di “Stelle del balletto a Saratov”

È decisamente un buon periodo per la danza italiana. Certo, tale affermazione potrebbe sembrare del tutto errata giacché lo stivale non sta vivendo, dal punto di vista culturale, un roseo momento. D’altronde però, se i corpi di ballo chiudono e la danza subisce un sempre più preoccupante processo di politicizzazione, i nostri artisti prendono il volo e riscuotono successi, uno dopo l’altro, presso altri lidi.

È il caso del napoletanissimo Vittorio Galloro che, formatosi alla scuola del Teatro San Carlo, e dopo una carriera internazionale, continua a essere richiestissimo nei più grandi teatri del mondo.

Da pochi giorni si è diffusa la notizia che vuole Galloro e la splendida Arianne Lafita Gonzalves protagonisti, tra altri prestigiosi nomi del balletto mondiale, del festival internazionale “Stelle del balletto a Saratov”, grande vetrina di danza giunta alla sua quarta edizione e che si terrà al Teatro dell’Opera di Saratov dal 12 al 26 Novembre.

I due artisti, entrambi danzatori eccellenti del Balletto Nazionale di Cuba, si esibiranno sia nel gala di apertura del 12 novembre sia ne “Il lago dei cigni” rappresentato il 15 dello stesso mese.

Il 12 novembre Galloro e Lafita, coppia non solo sulla scena ma anche nella vita, porteranno in scena i passi a due tratti dai balletti “Coppelia” ed “Excelsior”, mentre il 15 saranno i protagonisti della versione originale in quattro atti de “Il Lago dei cigni”, con le coreografie di Marius Petipa e Lev Ivanov. Nel celebre balletto musicato da Ciaikovskij, saranno accompagnati dall’orchestra dell’Opera di Saratov diretta dal famoso maestro Russo Medet Turgumbaev.

I due danzatori, in realtà, non sono nuovi al pubblico del Festival: trattasi, infatti, del quarto anno consecutivo in cui si esibiranno all’interno di questo felice appuntamento dopo i successi e gli applausi conquistati con “Don Chisciotte” e “Coppelia” e splendide suite tratte dai più importanti balletti del repertorio classico.

Alla messa in scena de “Il Lago dei cigni” seguiranno il 19 novembre “Cenerentola” e il 26, giornata conclusiva del festival, “Giselle”.

Oggi è il 27 Ottobre 2020

Archivio