News

Premio Silvio Oddi: un tributo dovuto

E’ passato poco più di un anno dalla sua morte; un anno in cui il mondo della danza è andato avanti, si è evoluto, è cresciuto; un anno in cui i palcoscenici son stati ugualmente calcati, le coreografie montate, gli spettacoli proseguiti secondo programma.

Un anno in cui spesso, guardando i miserevoli ancheggiamenti di presunte starlette della domenica alla TV, la nostalgia per la grande danza “nazional-popolare” degli anni ’80 e ‘90 con cui sono cresciuta si è fatta vivida e potente… e naturalmente, fra le varie figure che mi tornavano alla mente, una delle più belle ed espressive fra quelle maschili, era sicuramente quella di Silvio Oddi.

Per chi, come me, ha vissuto quegli anni durante l’infanzia, il momento del balletto durante la trasmissione era IL momento: era magia, sogno, fantasia… e tutti quei ballerini, con i loro costumi colorati e brillanti erano personaggi favolosi, i cui nomi spesso venivano poi affibbiati alle mie bambole, in un personalissimo tributo che, nella mia ottica di bimba, era la massima espressione di stima ed affetto possibile.

A Silvio, alla sua memoria, viene quindi dedicato – il 12 dicembre al Teatro della Luna di Assago – un premio che si inserisce nella prestigiosa cornice della sesta edizione del concorso internazionale di danza, TRIPUDIUM BALLET. Un Premio alla memoria del coreografo, del maestro e del danzatore, fortemente voluto e organizzato da DanceHaus di Susanna Beltrami, I Love New York Dancing di Natale Tulipani e The Fan Events di Simone Ranieri: un Premio che nasce con lo scopo di individuare e valorizzare l’eccellenza della danza al maschile in Italia e di assegnare il titolo di “Talento”, degno di rappresentare e ricordare Silvio Oddi. 

Sono 20 i candidati, selezionati durante svariati concorsi tenutisi nei mesi precedenti, che verranno valutati da una giuria d’eccezione presieduta dall’étoile Luciana Savignano e composta da professionisti del mondo della danza che hanno avuto l’onore di conoscere e lavorare con Silvio Oddi nel corso della sua vita. Tra questi: Franco Miseria, Roberto Salaorni, Joseph Tito, Afshin Varjavandi, Natale Tulipani, Raimondo Todaro e Giusy Versace che si esibiranno dal vivo.

Al vincitore del Premio verrà assegnata una borsa di studio che gli consentirà di studiare gratuitamente tre settimane a New York e verranno prodotti inoltre un videodoc inerente alla sua esperienza formativa nella Grande Mela e un photobook realizzato dalla fotografa Federica Dall'Orso.

Un tributo alla memoria di un danzatore scomparso prematuramente; un tributo ad  un professionista completo e poliedrico, noto oltre che per la sua bravura anche per la sua umanità e per la semplicità che aveva conservato nonostante la notorietà raggiunta. Un tributo all’uomo che ha fatto della danza la sua ragion d’essere, che non ha mai smesso di studiare e di sperimentare, che ha sempre cercato di reinventarsi e di trasmettere la sua arte e la sua passione. Un tributo ad un pezzo di storia della TV, quella bella, che ha smesso di esserci… un tributo più che mai dovuto.

Oggi è il 25 Ottobre 2020

Archivio