News

Il Laboratorio Studi Danza I.M.ART ospita Weekend in Danza, con Massimiliano Volpini e Viola Vicini

Il Laboratorio Studi Danza/Coreografici I.M.ART lancia un imperdibile appuntamento con la grande danza nelle giornate di sabato 28 e domenica 29 Marzo: l’evento “Weekend in Danza”, una due giorni di lezioni, stage e workshop coreografici, tenuti dal coreografo di fama internazionale Massimiliano Volpini e dalla danzatrice professionista Viola Vicini.

L’iniziativa offre non solo l’occasione di sperimentare lo stile contemporaneo proprio di Viola Vicini, ma darà la possibilità di partecipare alla creazione coreografica di Massimiliano Volpini all’interno delle sezioni di workshop.

Grande merito quindi al centro I.M.ART che promuove l’evento “Weekend in Danza” quale importante momento di crescita tecnica per coloro che vi prenderanno parte.

Ma conosciamo meglio il Laboratorio Studi Danza I.M.ART. Realtà brianzola, il centro nasce per volontà di Isabella Meregalli, danzatrice professionista formatasi presso il Teatro alla Scala.

Tra i valori fondanti della filosofia I.M.ART, emerge il concetto di Arte, arte applicata alla vita che consente di esprimere l’emozione, interpretando le sensazioni che via via scaturiscono dal profondo dell’animo. Danzare comporta un costante confronto con se stessi, un incessante mettersi alla prova con onestà; per padroneggiare al meglio l’Arte della Danza, è necessario possedere una grande abilità comunicativa, potente ed efficace, oltre a dimostrare sapienza tecnica, conquistata con duro lavoro e disciplina.

Isabella Meregalli ha voluto infondere tutto questo nel suo Laboratorio di studi, una “seconda casa”, dove dare libera espressione alla propria personalità. L’obiettivo è quello di formare ed educare all’Arte della Danza, all’interno di un contesto liberamente creativo, dove gli allievi, a partire dallo studio delle basi, hanno tutti gli strumenti per poter, un giorno, fare della danza la propria professione e vita stessa.


Isabella Meregalli

Viene ammessa alla scuola di ballo scaligera nel 1995 per poi conseguire il Diploma Accademico di Ballerina Professionista con specializzazione in Danza Classica e Danza Contemporanea nel 2003. Durante gli studi accademici, Isabella partecipa a numerosi balletti e produzioni, sia di repertorio sia contemporanei.

Nel 2005 si perfeziona a New York, città dove partecipa a stage e seminari presso l’Alvin Ailey Dance Center, lo Step e il Broadway Dance Center.

Dal 2007 in avanti, viene scelta dal coreografo Francesco Ventriglia per danzare nei suoi lavori, come “Normale” e “Columbus Day”. Nel 2012, torna alla Scala per danzare in “Manon”, con la coreografia di Lionel Hoche; lo stesso anno è in scena alle Terme di Caracalla con Roberto Bolle, e ancora partecipa al “Nabucco” del Teatro alla Scala, per la regia di Daniele Abbado con le coreografie di Simona Bucci. Nel 2014 danza nell’opera colossale “Les Troyens” al Teatro alla Scala, coreografata da Lynne Page, e, recentemente, nell’opera “Aida” con la regia di Peter Stein e la coreografia di Massimiliano Volpini, altra produzione scaligera.

Dal 2009 organizza e crea spettacoli ed eventi artistici con danzatori professionisti e giovani talenti provenienti dai teatri internazionali più prestigiosi. Tiene stage di Danza Classica e Accademica, di stile Contemporaneo e Tecnica Punte.

Massimiliano Volpini

La sua storia inizia nel 1991 con il suo ingresso nel Corpo di Ballo della Scala di Milano, dove resterà fino al 2014, anno in cui decide di dedicarsi unicamente alla coreografia.

Il suo esordio come coreografo risale a qualche tempo prima, però; nel 1995 firma i suoi primi tre spettacoli, “Buster” dedicato a Buster Keaton, “Drakula” sul mito del vampiro e “Cartoons”. Continua la sua crescita professionale, fino al 2001 quando inizia la fortunata e duratura collaborazione con Roberto Bolle, con la realizzazione di un assolo pensato per il Premio Barocco dello stesso anno.

Realizza molte coreografie per i danzatori scaligeri, tra cui “Lettera ritrovata” (2000), “Bolero” (2002), “File not found” (2005), “Ludwig Dances” (2006), “Darkness is about to pass” (2006), “Aria” (2008). Dal 2007 al 2010, in qualità di coreografo residente, crea 9 coreografie per la Scuola di Danza del Teatro dell’Opera di Roma.

Onorato dell’invito ricevuto direttamente da Peter Martins presso il New York Choreographic Institute, nel 2009 crea per il Tulsa Ballet “Amadè”, un balletto per 16 danzatori sulle musiche di Mozart.

Nel 2010 coreografa il singolo “Ricomincio da qui” di Malika Ayane, con la partecipazione della splendida Sabrina Brazzo, prima ballerina del Teatro alla Scala,  presentato anche in scena live sul palco dell’Ariston, per il 60° Festival di Sanremo. Tra i danzatori coinvolti troviamo anche Isabella Meregalli.

Nell’aprile 2011 debutta “My name is Nobody”, balletto a serata intera commissionato e prodotto dalla 26° Biennale di Musica Contemporanea di Zagabria, mentre l’anno seguente è regista e coreografo dello spettacolo “Il mantello di pelle di drago”, che vede protagonista ancora Sabrina Brazzo.

Grande successo nel 2013 con “Prototype”, un assolo creato per Roberto Bolle con l’apporto multimediale di Xchanges Vfx e le musiche originali di Piero Salvatori, presentato nell’ambito del tour “Roberto Bolle and Friends”; il progetto prosegue e si evolve nel 2014 in “Through the light” su musica di Pachelbel.

Firma le coreografie del Concerto di Capodanno 2015 della Fenice di Venezia, andato in onda su RaiUno, con il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala. Ultimamente, ancora per la Scala, firma le coreografie di “Aida”, con la regia di Peter Stein.

Viola Vicini

Danzatrice professionista, si forma presso la London Contemporary Dance School, dove ha la possibilità di studiare con maestri coreografi del calibro di Wayne Mc Gregor. Lega il suo nome a diverse compagnie con le quali lavora e collabora; la Kaleido Dance Company, Tavaziva Dance e la Ijad Dance Company.

Nel 2013 danza “Linear”, con la coreografia di Travis Clausen-Knight, alla Royal Opera House di Londra; con lei in scena, le ballerine Emma Fisher ed Ellen Yilma.

Tra le collaborazioni artistiche più durature, si segnala quella con il danzatore e coreografo Giorgio Azzone.

 

“Weekend in Danza”

Massimilano Volpini – Stage e workshop coreografico su due livelli, intermedio e avanzato

Viola Vicini – Contemporary Open Class

Le Lezioni sono a numero chiuso ed è necessario iscriversi anticipatamente.

per info

I.M.ART via Genova 8bis Carate Brianza (mb) 20841 –

isabellameregalli@hotmail.com // 3394580567

Oggi è il 28 Ottobre 2020

Archivio