Rubriche Setteotto

Lia Courrier: “Qualche consiglio estetico per la lezione di balletto”
Scarpette, calze e sospensorio: alcuni consigli estetici per la lezione di danza

Coloro che mi conoscono sanno bene quanto io non sia affatto una maniaca dell’eleganza a lezione, mi basta vedere gli allievi in ordine, con abiti puliti e che lascino vedere il corpo, in modo che possa dare loro le correzioni. Ci sono dettagli, però, che riescono ad urtare quel poco di senso estetico che possiedo, e che danno alla tenuta del danzatore un’aria sciatta, per nulla appropriata allo studio del balletto, che dell’estetica ne fa quasi una ragione d’esistere.

Qualche consiglio agli studenti, quindi, per non incappare in questi errori stilistici che possono fare la differenza:

1- Le scarpette da mezza punta rosa si indossano con la calza dentro alla scarpa, mentre quelle color carne si indossano con il piede nudo. Questo crea continuità cromatica e allunga la linea, mentre indossare le scarpette color carne sulle calze rosa dovrebbe essere istituito come reato penale punibile per legge. Per tacere dei maschi, che mettono le scarpe bianche sulla calzamaglia nera col piede o le indossano sui pedalini di spugna: ORRORE! Arrestati subito e dritti al tribunale di Agrippina per il processo.

2- Le calze da danza non sono molto resistenti. Dai miei tempi, in cui indossavamo delle calze con la consistenza del denim, i materiali sono cambiati, e oggi si utilizzano calze morbide che vestono bene, non fanno pieghe e sono più sottili, questo però vuol dire che si danneggiano facilmente, lo ammetto, in particolare quando si cerca di indossarle con le gambe sudate. Vedere a lezione allieve che sembrano uscite dalla gabbia dei leoni, però, con indosso un capo di cui ormai è rimasto – forse – solo l’elastico in vita, è sempre un colpo al cuore. Lo sbrindellamento della calza è una di quelle presenze in sala che mi distrae, per quanto mi infastidisce, forse anche più di studiare con le gambe nude.

3- Se per le ragazze è consigliabile usare biancheria intima invisibile, che non faccia capolino dalla sgambatura del leotard, per i ragazzi esiste un capo assolutamente irrinunciabile: il sospensorio. Ragazzi, per favore, non entrate mai in una classe di balletto in calzamaglia e senza indossare il sospensorio! Indumento essenziale per avere libertà di movimento, sicurezza e decoro, nonché una certa necessaria stabilità in quelle parti del corpo che altrimenti rivelerebbero una intrinseca tendenza al moto oscillatorio, per dire.

Ci sarebbe altro da aggiungere a questo elenco, lo so, ma questo è un buon inizio.

Voi che ne dite?

Oggi è il 27 Luglio 2021

IN EVIDENZA

DELLALO'

AIDA CONSIGLIA

Archivio