News

Chi è Alessandro Cavallo il danzatore che incanta ad Amici
Una vita per la danza passando per la Scala e il Balletto del Sud

Ad una settimana dalla finale in cui gli allievi, tutti giovanissimi, si giocheranno la vittoria della ventesima edizione di Amici, tra i ballerini del programma, ognuno abile nel proprio stile, ne spicca uno particolarmente versatile e talentuoso.

Alessandro Cavallo, classe 2000, è entrato nel talent di Maria De Filippi vincendo una sfida lo scorso 9 gennaio, dimostrando le proprie grandi capacità in un pezzo hip hop e in una coreografia con elementi di Taranta, omaggio alla sua terra d’origine, la Puglia. Guardandolo è comunque impossibile non cogliere la formazione classica di questo bellissimo danzatore che ha iniziato il suo percorso da bambino con altri stili per poi continuare all’Accademia Tersicore di Antonella Di Lecce (Fondazione Marika Besobrasova), a Brindisi, fino ad essere ammesso, a 16 anni, al settimo corso dell’Accademia Teatro alla Scala (e questo la dice già lunga sulla sua preparazione e sul suo talento) dove si è diplomato nel 2018.

Quando ancora in Accademia, Alessandro è stato scelto per interpretare il ruolo del Principe in Cenerentola (coreografia di Frédéric Olivieri), titolo che la celebre scuola di ballo ha portato in tournée e altri ruoli come quello del protagonista del divertissement di Paquita di Marius Petipa e di Offenbach in Gaité Parisienne Suite di Maurice Béjart. Da allora ha fatto molte esperienze tra cui quella nella compagnia del Balletto del Sud di Fredy Franzutti dove Alessandro ha danzato come solista.

Il suo talento, la sua preparazione e la sua professionalità gli stanno permettendo di distinguersi all’interno del programma che, puntata dopo puntata, mette sempre più sotto pressione i ragazzi ma a colpirci sono anche il suo buon cuore e la sua generosità. Come ha evidenziato Lorella Cuccarini durante la puntata di sabato 20 febbraio dopo il passo a due di Alessandro e Giulia Stabile (anche lei danzatrice talentuosa e versatile) “Alessandro si conferma un partner eccellente, un punto di riferimento malgrado cambi la compagna di lavoro”.

Parole di apprezzamento anche da Michele Merola a cui la stessa Cuccarini aveva affidato Alessandro dopo aver coinvolto coreografi esterni al programma per lavorare coi suoi ragazzi. Merola si è detto soddisfatto del lavoro svolto e ha concluso “Penso che Alessandro abbia tutte le caratteristiche e le possibilità per diventare un bravo danzatore, di grande eleganza (…) e soprattutto è una bella persona!”

Una percezione che si ha anche da casa vedendo come Alessandro si rapporta coi compagni, un gruppo già formato in cui si è saputo inserire rapidamente con rispetto. E’ inoltre tra i pochi danzatori, nella storia del programma, a mettere d’accordo tutti gli insegnanti di ballo che quest’anno sono Lorella Cuccarini, Alessandra Celentano e Veronica Peparini, anche perché oltre ad essere forte tecnicamente lo è sul piano interpretativo.

Diversi i momenti di commozione ripensando al passato, come quello al termine della sua performance sulle note di Balla balla ballerino di Lucio Dalla e quello durante un dialogo con Lorella Cuccarini. Nella storia d’amore tra Alessandro e la danza, infatti, si sono insediate grosse difficoltà, come si intuisce dal tatuaggio NO PAIN che ha sul costato:

“Ho avuto un grande infortunio alla schiena. Mi dicevano che non avrei più potuto danzare, che avrei dovuto cambiare mestiere. Sono stato a letto per un mese. Mi sono operato e fortunatamente il dottore mi ha detto che potevo finalmente tornare a ballare se facevo una buona fisioterapia e così mi sono trasferito a Firenze a spese della mia famiglia che mi ha aiutato perché io potessi continuare a fare quello che amavo.” Sul suo profilo Instagram si trova anche un breve video nella cui didascalia Alessandro ringrazia Pino Carbone che con il suo metodo Body Code System lo ha aiutato a tornare a ballare.

Le parole di conforto per la compagna di percorso Enula, cantante, in un momento di crisi, ci fanno capire qualcosa in più: “Se ci metti il cuore le cose arrivano, te lo dice uno che pensava che la sua carriera fosse finita, che dovesse fare altro nella vita (…) La cosa più importante è essere felici. Io voglio essere felice, non mi importa se ballerò nella più grande compagnia, nella più piccola o se ballerò dentro casa mia, l’importante è fare qualcosa che ti renda felice a prescindere dal risultato”.

Sarà per il suo vissuto, ma è bello vedere un giovane che ha già capito molte cose… In bocca al lupo Alessandro, sei bravo e meriti una grande carriera che noi seguiremo certamente!

Oggi è il 17 Settembre 2021

IN EVIDENZA

DELLALO'

AIDA CONSIGLIA

Archivio