News

Cenerentola del Balletto di Milano firmata Giorgio Madia arriva agli Arcimboldi

Raffinata ed estrosa, divertente e briosa … La produzione di Cenerentola che il Balletto di Milano porterà sul prestigioso palcoscenico del Teatro degli Arcimboldi è questo e molto altro. Attesissima e già considerata tra gli eventi di punta di balletto della stagione milanese, Cenerentola è frutto della creatività di Giorgio Madia, affermato coreografo italiano da anni impegnato su importanti scene europee. Un lavoro apprezzato trasversalmente che, non solo ha ricevuto riconoscimenti internazionali tra cui il “Gold Critics Award”, ma ovunque ha riscosso – e certamente continuerà a riscuotere – incredibili successi di pubblico e critica.

Suscita ilarità sin dalla prima scena quando, all’apertura del sipario, si snoda in controluce l’antefatto della nota fiaba: la piccola Cenerentola appare felice con i genitori prima che il destino glieli porti via e la sfortunata ragazzina finisca in balìa di Matrigna e Sorellastre.

L’abile regia e coreografia di Madia è ricca di coups de théâtre e tante trovate che stupiscono e divertono. Abbigliata come la tappezzeria di casa poiché considerata parte del mobilio, Cenerentola si confonde tra le mura domestiche dove è fatta bersaglio di scherzi e tiranneggiata dal malefico trio, magistralmente interpretato da tre danzatori en travesti per renderne ancora più efficaci e grottesche le caratteristiche. Ma la bella fata, qui sexy e sbadata, arriverà in suo soccorso e la farà condurre alla festa sull’immancabile carrozza con i suoi cavalli galoppanti sulle note dell’ouverture del Guglielmo Tell.

Nel II° atto la fiaba di Perrault scorre sotto gli occhi dello spettatore così come scritta: dalla sontuosa e colorata festa, all’incontro tra Cenerentola e il Principe, naturalmente d’azzurro vestito, allo scoccare della mezzanotte, alla disperata ricerca del Principe per ritrovare l’amata dalla quale giungerà seguendo le tracce della famosa scarpetta. Tutto questo in una chiave particolarmente spumeggiante anche per la scelta musicale. Madia per la sua Cenerentola trova nelle composizioni di Rossini il materiale musicale più adeguato ed efficace al recupero dell’elemento magico della fiaba che ben si addicono al suo – come egli stesso definisce – balletto/commedia. La brillantezza e l’acrobazia virtuosistica rossiniane, gli effetti comici e parodistici dell’orchestrazione, vestono infatti perfettamente la stupefacente invenzione coreografica che restituisce quell’ambientazione immaginaria fatta di fate, carrozze, cavalli e scarpette di Perraultiana memoria.

Il merito di tanto successo, naturalmente, lo si deve anche ai danzatori del Balletto di Milano che sanno coniugare grandi doti interpretative a eccellente tecnica, risultando interpreti ideali. Su tutti Alessia Campidori che incarna una Cenerentola come nell’immaginario collettivo: fragile nel soccombere alle sorelle, smarrita all’ingresso della festa, finalmente radiosa tra le braccia del suo Principe, un elegantissimo Federico Mella, perfetto nel ruolo. Lo spassosissimo trio Matrigna/Sorellastre, protagonista delle tante gag che si susseguono per tutto lo spettacolo, ha in Alessandro Orlando, Federico Micello e Alessandro Torrielli tre interpreti insuperabili. Completano il cast Angelica Gismondo (la fata), Mirko Casilli e Germano Trovato (due lacchè) e Arianna Capodicasa, Giulia Cella, Marta Orsi, Giordana Roberto, Giulia Simontacchi, Pierpaolo Di Carlo, Silvio Morelli e Luca Rimolo. La produzione è resa preziosa anche dalle belle scene e gli eleganti costumi firmati da Cordelia Matthes.

Con queste due recite le luci del palcoscenico di spegneranno su Alessia Campidori la quale, benché giovanissima e all’apice della carriera, ha deciso di dare una svolta alla propria vita chiudendo qui, nella sua Milano da dove tutto era cominciato come allieva dell’Accademia Teatro alla Scala proprio agli Arcimboldi e con Cenerentola, suo primo importante ruolo in Compagnia al Teatro Comunale di Bologna e al Teatro Carlo Felice di Genova. Un cerchio che si chiude, un altro capitolo che si apre: in bocca al lupo Alessia!

BALLETTO DI MILANO
TEATRO DEGLI ARCIMBOLDI – viale dell’Innovazione – Milano
sabato 20 ottobre ore 21 – domenica 21 ottobre ore 16
biglietteria on line: www.ticketone.itwww.ballettodimilano.com
informazioni: tel. +39 3478779384 – biglietteria@ballettodimilano.com

Oggi è il 20 Giugno 2019

EVENTI

Archivio

X