News

Lia Courrier: “Alla politica non gliene frega niente dello spettacolo dal vivo”
... e neppure alla cittadinanza e a chi ci lavora!

Il fatto n.1 importante è che alla politica non gliene frega niente dello spettacolo dal vivo, a meno che non si tratti di programmi televisivi. In questo senso il covid gli ha fatto un favore, dandogli una buona ragione per mettere in ginocchio una categoria che era vista come un peso, un parassita sociale, una attività che non produce profitto. Fin troppo facile chiamarli sfigati e ignoranti.

Il fatto n.2 che bisogna prendere in considerazione, però, è che manco alla cittadinanza interessa che non ci sia più il teatro, perché in realtà le sale erano disertate già prima, specie per la danza, persino al Teatro alla Scala, nelle sere in cui non ballavano le star. Molte persone pensano che in questo momento ci siano altre cose a cui pensare e purtroppo non percepiscono la differenza tra guardare la danza in tele e guardarla dal vivo, perché molti di loro non hanno mai vissuto l’esperienza di un balletto dal vivo, e quindi pensano che in realtà la danza e il teatro non siano morti, finché vedono le opere liriche e le trasmissioni di Bolle in tv.

Il fatto n.3, consentitemi, è che del teatro non gliene frega niente neanche a chi ci lavora, l’unica cosa che gli frega è “creare” e andare in scena, ma con quali condizioni e davanti a chi è secondario. Sono anni che io stessa denuncio una totale mancanza di integrazione nel tessuto sociale, nonché un certo pensiero sullo spettatore certamente poco inclusivo, non partecipativo, un ‘fare arte’ autoreferenziale e criptico, e molto altro, che stava già allontanando il pubblico. Manca un rappresentante autorevole e disinteressato che riesca a comunicare senza paura di perdere privilegi, e che la smetta, una volta per tutte, di parlare di passione, di sacrifici, di unzione del Signore, e inizi a parlare come un LAVORATORE a cui è stata tolta la possibilità di fare il proprio mestiere.

Perché passione e sacrifici sono necessari anche per fare il dentista, l’idraulico o l’avvocato, non è che la vita regala niente a nessuno.

Oggi è il 27 Febbraio 2021

AIDA CONSIGLIA

Archivio