Broadway Bound Rubriche

Gli Stati Uniti riaprono ai turisti provenienti da Regno Unito e Unione Europea
Da novembre, solo ai cittadini vaccinati

Nuove modifiche che porranno fine al divieto di viaggio durato 18 mesi e imposto per la prima volta nel marzo 2020 all’inizio della pandemia.

Gli Stati Uniti hanno annunciato lunedì di voler riaprire ai viaggi internazionali. Il Financial Times ha riferito che i confini verranno riaperti, consentendo ai passeggeri vaccinati provenienti dall’UE e dal Regno Unito di viaggiare negli Stati Uniti a partire da novembre.

«La prova di vaccinazione è lo strumento migliore che abbiamo per mantenere le persone al sicuro e prevenire la diffusione del virus – ha affermato Jeff Zients, coordinatore della risposta al COVID-19 della Casa Bianca – I vaccini continuano a dimostrare di essere altamente efficaci, anche contro la variante delta, e il nuovo sistema ci consente di implementare protocolli rigorosi per prevenire la diffusione di COVID-19».

I viaggiatori dovranno dunque mostrare la prova della vaccinazione completa prima di salire a bordo degli aerei diretti negli Stati Uniti, oltre a un test COVID-19 negativo entro tre giorni dalla partenza.
Sarà inoltre necessaria una migliore tracciabilità dei contatti, ma non ci sarà alcuna quarantena.

Il Cdc, il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie, rilascerà un elenco di vaccinazioni accettate prima che la nuova politica entri in vigore, nonché un ordine di tracciamento dei contatti che richiede alle compagnie aeree di raccogliere informazioni come numeri di telefono e indirizzi e-mail di tutti i viaggiatori diretti negli Stati Uniti.

Questa decisione pone fine al “travel ban”, il divieto d’ingresso imposto da Donald Trump nel marzo 2020 e fino ad ora mantenuto anche dal successore Joe Biden.
La riapertura rappresenta una decisione importante per l’industria turistica, che può tirare un respiro di sollievo dopo mesi di pressioni sul governo federale, affinché revocasse le regole sui viaggi internazionali.

Per quanto riguarda Broadway, che ha ufficialmente riaperto, i proprietari e gli operatori di tutti i 41 teatri di New York City richiederanno prova di vaccinazione al pubblico, così come agli artisti, alla troupe del backstage e al personale del teatro, per tutti gli spettacoli fino a ottobre 2021. Le mascherine saranno obbligatorie all’interno del teatro, tranne mentre si mangia o si beve in luoghi designati.
Secondo la politica, gli ospiti dovranno essere completamente vaccinati con un vaccino autorizzato dalla FDA o dall’OMS per poter partecipare ad uno spettacolo e dovranno mostrare la prova della vaccinazione al momento dell’ingresso in teatro con il loro biglietto valido. “Completamente vaccinato” significa che la data di esecuzione deve essere almeno 14 giorni dopo la seconda dose di un vaccino COVID-19 a due dosi, o almeno 14 giorni dopo un vaccino COVID-19 a dose singola.

Sono state fatte eccezioni per i bambini sotto i 12 anni e per le persone con una condizione medica o un credo religioso molto stretto che impedisce la vaccinazione, ai quali verrà richiesto un test PCR COVID-19 negativo eseguito entro 72 ore dall’orario di inizio dello spettacolo o di un test antigenico COVID-19 negativo eseguito entro 6 ore dall’orario di inizio dello spettacolo.

Oggi è il 18 Ottobre 2021

IN EVIDENZA

DELLALO'

AIDA CONSIGLIA

Archivio