Musical Rubriche

“Don’t dream it, be it!” The Rocky Horror Show torna a Milano nel 2015

Amanti transilvani e non preparatevi ad accogliere un mito per il teatro musicale, uno spettacolo unico nel suo genere che ha segnato (e continua a segnare) generazioni da ormai 40 anni.

Il Rocky Horror Show torna finalmente in Italia per una sola tappa in concomitanza con l’apertura dell’Expo e dopo ben 10 anni di assenza dai palcoscenici meneghini. Milano si prepara dunque ad accogliere –dal 5 al 17 maggio 2015 sul palco del Teatro della Luna– un musical leggendario, tra­dotto in tutte le lingue e visto in 5 continenti da oltre 20 milioni di persone nel mondo. Definito come “la madre di tutti i musical”, e amatissimo dal pubblico fin dal suo primo debutto nel 1973 al Royal Court di Londra, The Rocky Horror Show è uno spettacolo unico nel suo genere, con una strepitosa colonna sonora, protagonisti bizzarri e dalla speciale capacità di coinvolgere e intera­gire con il pubblico. La versione in arrivo in Italia nel 2015, anno in cui si festeggeranno anche i 40 anni dall’uscita del film (The Rocky Horror Picture Show 1975), è imponente e spettacolare. L’allestimento, prodotto da BB Promotion Gmb, uno dei maggiori punti di riferimento del live-entertainment europeo, sarà in lingua originale. L’organizzazione per l’Italia sarà a cura di Murciano Iniziative. 

La storia di Brad e Janet e della loro esperienza presso il castello del Dr. Frank’n’Furter, «a sweet transvestite, from transexual Transylvania» ha segnato la storia del teatro e ha insegnato un nuovo modo di vivere il teatro musicale. Infatti è con il film che nasce il mito: il pubblico non era inizial­mente entusiasta della pellicola del ‘75, le sale rimangono semivuote, ma col passare dei giorni ci si accorge che la gente che torna a vedere il film è sempre la stessa e comincia a interagire col film, an­ticipa le battute o ne inventa di nuove, diventa uno spettacolo nello spettacolo. Alle battute si uni­scono riti e gesti: lancio del riso, acqua, giornale in testa… cui il pubblico è chiamato a partecipare. Alcuni si presentano in sala truccati come i protagonisti. The Rocky Horror Show è diventato un vero “happening”. Moda e stile, sesso e feticismo, musica, celebrità e divismo, sono gli elementi principali che costi­tuiscono il Rocky Horror e che il suo creatore Mr. O’Brien ha saputo mettere insieme e portare in scena, basandosi su quella che è la tesi basilare del teatro stesso. Il teatro e il mondo che esso crea, sono totalmente diversi dalla vita ordinaria: esso sviluppa un senso dell’essere diverso, non conven­zionale, in cui la libertà è solo una percezione. Il mondo teatrale offre al pubblico una vita alterna­tiva, una via d’uscita, la possibilità di condurre un’esistenza di vera libertà.

 

“Let’s do the Time Warp again!”

Oggi è il 24 Ottobre 2019

Archivio

X