Prix de Lausanne 2023: l’edizione del cinquantenario

La competizione torna al Teatro di Beaulieu e sarà in diretta sui canali social

di Giada Feraudo
1,7K views

Sono passati 50 anni da quando Elvire e Philippe Braunschweig fondarono il Prix de Lausanne, diventato negli anni uno dei più celebri e prestigiosi concorsi internazionali di danza per giovani talenti che arrivano da tutto il mondo nella speranza di veder decollare la loro carriera grazie a un trampolino come quello offerto dalla manifestazione.

Dal 1973 il Prix ha incoronato più di 450 vincitori, ha messo in palio più di 500 borse di studio e ha aiutato oltre 1000 danzatori in tutto il mondo grazie ai suoi programmi.
È dunque mezzo secolo di storia del balletto che sarà celebrato, dal 29 gennaio al 5 febbraio p.v., nello storico Teatro di Beaulieu, interamente rinnovato per l’occasione dopo alcuni anni di chiusura.

La giuria ha selezionato 46 ragazze e 41 ragazzi su un totale di 429 video pervenuti.
Fra loro ben 7 italiani: si tratta di Giulia Cacciatori (Accademia Nazionale di Vienna), Davide De Ponte (Scuola di ballo del Teatro di Basilea), Emanuele Faifer (Scuola di ballo del Teatro di Basilea), Sara Giubergia (Accademia Ucraina di Balletto), Ivan Malaguti (Professione Danza Parma), Maria Ognisanto (Scuola di ballo del Teatro di Basilea) e Giuseppe Ventura (Accademia di Zurigo).

I giurati dell’edizione 2023 sono:

Jean-Christophe Maillot – Jury President
Choreographer & Director, Ballets de Monte-Carlo
Prize Winner, Prix de Lausanne 1977
Recipient of the Lifetime Achievement Award 2018

Diana Vishneva – Jury Vice President
Artistic Director & Founder, International festival of contemporary choreography Context.
Prima ballerina, Mariinsky Ballet
Former Principal Dancer, American Ballet Theatre
Prize Winner, Prix de Lausanne 1994 (Gold Medal)

Sylviane Bayard
Former Artistic Director, Deutsche Oper Ballett Berlin
Etoile, Stuttgart Ballet
Prize Winner, Prix de Lausanne 1973

Julie Kent
Artistic Director, The Washington Ballet
Former Principal Dancer, American Ballet Theatre
Prize Winner, Prix de Lausanne 1986

Tetsuya Kumakawa
Artistic Director, K-Ballet Company
Former Principal, the Royal Ballet
Prize Winner, Prix de Lausanne 1989 (Gold Medal)

Endalyn T. Outlaw
Dean of Dance, UNCSA School of Dance
Former Principal, Dance Theatre of Harlem

Melanie Person
Co-Director, The Ailey School

Christopher Powney
Artistic Director and CEO, The Royal Ballet School

Martin Schläpfer
Director & Chief Choreographer, Wiener Staatsballett
Artistic Director, Ballettakademie Wiener Staatsoper
Prize Winner, Prix de Lausanne 1977

Christopher Wheeldon
Choreographer & Artistic associate, The Royal Ballet
Prize Winner, Prix de Lausanne 1991 (Gold Medal)

In occasione del suo cinquantesimo anniversario il Prix de Lausanne è onorato di ricevere il danzatore cubano e attuale direttore del Birmingham Royal Ballet Carlos Acosta, vincitore della Medaglia d’oro a Losanna nel 1990. Con la sua magnifica carriera è il simbolo del successo della missione di cui si incarica questa competizione e per questo, in occasione di questa importante celebrazione, verrà insignito del Premio alla Carriera.

Durante tutta la settimana si svolgeranno, come di consueto, varie iniziative che si concluderanno con il Gala del 5 febbraio, che vedrà protagoniste sul palcoscenico le stelle della danza di oggi e di domani. Fra gli artisti ospiti Laura Fernandez, Mayara Magri, Antonio Casalinho e molti altri.

Kathryn Bradney, direttrice artistica ed esecutiva del Prix de Lausanne, dichiara:

È così emozionante vedere l’altissimo livello dei giovani danzatori scelti durante le video selezioni di quest’anno. Questi eccezionali candidati, che prenderanno parte alla competizione di quest’anno, saranno particolarmente fortunati in quanto saranno sotto i riflettori dell’edizione storica dei 50 anni. Non vediamo l’ora di accoglierli a Losanna”.

A tutti loro un grande in bocca al lupo da parte di tutta la redazione.

Articoli Correlati

Lascia un Commento