News

Picone e Ieluzzi ospiti, a Londra, del “Russian Ballet Icons”. Antonio Desiderio unico manager italiano invitato

Napoli-Londra: “volo d’arte” made in Italy, con destinazione Russian Ballet Icons.

Domenica 26 gennaio, il gala dell’evento firmato Ensemble Production di Olga Balakleets, ospiterà tra gli altri, il direttore del corpo di ballo del Teatro San Carlo di Napoli, Giuseppe Picone, già ètoile internazionale.

A portare la star italiana è il noto manager romano Antonio Desiderio, la cui realtà professionistica annovera nelle file d’appartenenza, esclusivamente talenti di spessore.

“Sono sempre onorato di partecipare al RUSSIAN BALLET ICONS, in quanto rappresenta uno degli eventi più prestigiosi d’Inghilterra. Un gala straordinario cui partecipano le maggiori stelle della danza di tutto il mondo. Per l’ottavo anno sono stato scelto come unico partner italiano e porterò, in rappresentanza del nostro paese, Giuseppe Picone e Elisa Ieluzzi. Giuseppe è star amata dal pubblico inglese in quanto è stato, per anni, danzatore di punta dell’English National Ballet. Ancora oggi i fans lo attendono all’uscita del teatro colo solo fine di salutarlo e rendere omaggio al suo infinito talento. Ieluzzi invece, già ballerina del Teatro San Carlo, è stata scelta per dare alla giovanissima stella un’opportunità ulteriore che motivi e spinga verso traguardi sempre più importanti”.

Ad accompagnare Giuseppe Picone, sarà un’altra danzatrice del Teatro San Carlo, già solista del complesso partenopeo, Luisa Ieluzzi.

Picone e Ieluzzi danzeranno “Elegie”, coreografia dello stesso Picone su musica di Rachmaninoff.

L’annuale evento di icone del balletto, organizzato dalla società inglese Ensemble Production oramai dal 2006, conferma Antonio Desiderio quale unico manager italiano invitato, da ben otto anni, a quello che è l’incontro di punta per omaggiare la cultura delle storiche scuole del balletto russo, nonché delle più leggendarie presenti in tutto il mondo.

Come da cartellone, saranno proposte al pubblico coreografie tratte dal repertorio classico ma anche opere contemporanee accompagnate dalle note della Filarmonica nazionale inglese diretta da Valery Ovsyanik0v.

Oggi è il 16 Luglio 2020

Archivio

X