Broadway Bound Rubriche

Il West End chiude di nuovo: “It’s a Christmas fiasco”
Londra torna in Tier 3, tutte le produzioni sono costrette a sospendere le repliche.

Neanche il tempo di tirare un primo respiro di sollievo che è già tempo di calare di nuovo il sipario sul West End.

Come riporta BBC News, Londra è stata spostata in Tier 3, passando quindi al livello più alto di restrizioni sul coronavirus, e per questo motivo tutti i teatri londinesi dovranno chiudere dal 16 dicembre. Tutti gli spettacoli precedentemente programmati sono ora sospesi o rinviati.

Negli ultimi giorni i teatri avevano riaperto con alti livelli di sicurezza Covid, accogliendo un pubblico entusiasta nonostante il distanziamento sociale. I teatri di Londra sono ora costretti a posticipare o annullare le esibizioni programmate, causando catastrofiche difficoltà finanziarie a locali, produttori e ai migliaia di lavoratori dell’industria, in particolare i liberi professionisti che costituiscono il 70% della forza lavoro del teatro.

In una dichiarazione di Cameron Mackintosh:
File:Sir Cameron Mackintosh - Flickr - Eva Rinaldi Celebrity and Live Music  Photographer.jpg - Wikimedia Commons«L’improvvisa tensione del governo nel decidere di collocare immediatamente Londra in Tier 3 e chiudere il West End è devastante sia per il teatro che per l’economia. Peggio ancora, sa di panico e rende tutti i nostri considerevoli e costosi sforzi per garantire la sicurezza sia degli artisti che del pubblico – ampiamente elogiati dalle autorità sanitarie – completamente inutili, rompendo ogni senso di fiducia tra noi come industria e i dipartimenti governativi con cui abbiamo cercato di costruire un rapporto. Il teatro non ha praticamente avuto alcun sostegno, a parte l’offerta di prestiti piuttosto costosi, per i quali a noi, a differenza del teatro agevolato, ci è stato chiesto di dare garanzie personali per ripagarli. Molti di noi non vogliono indebitarsi per pagare le perdite causate da diktat completamente fuori dal nostro controllo.
Abbiamo quasi 100 artisti e personale per lo più lavoratori autonomi che lavorano a “Les Misérables – The Staged Concert” al Sondheim Theatre. In un colpo solo, questo governo li ha portati alla disoccupazione giusto in tempo per Natale.
Dov’è la leadership promessa da questo governo? Tutto quello che abbiamo sono parole vuote e sedie vuote!»

Dal 3 dicembre, tutti gli spettacoli del West End erano ripartiti secondo nuove linee guida. ad ogni spettacolo potevano partecipare fino a 1000 persone o si avrebbe dovuto rispettare il 50% della capacità del teatro (a seconda di quale sia inferiore).

Ogni quindici giorni, verranno forniti aggiornamenti locali sulla scelta del livello per ciascuna regione. Ciò potrebbe avere un forte impatto sul futuro delle produzioni londinesi nel 2021.

Oggi è il 23 Gennaio 2021

AIDA CONSIGLIA

Archivio