Broadway Bound Rubriche

“This is me” dopo il Golden Globe arriva anche la nomination agli Oscar

Lo scorso 23 gennaio sono state annunciate le nomination alla 90° edizione degli Academy Award, meglio conosciuti come Premi Oscar. Tra i candidati a Miglior Canzone Originale, “This is me” del film musical “The Greatest Showman” si è aggiudicata una nomination.

Benj Pasek e Justin Paul erano freschi del Secondo Golden Globe consecutivo, conquistato lo scorso 7 gennaio, sempre per la Miglior Canzone Originale con “This Is Me”. I due hanno vinto lo stesso premio lo scorso anno per “City of stars” di “La La Land” (per il quale hanno anche vinto l’Oscar) e pochi mesi dopo un Tony Award per la partitura del musical “Dear Evan Hansen”.

Nel loro discorso, il team di autori ha ringraziato in modo particolare la candidata ai Tony Award Keala Settle (“Waitress”, “Hands on a Hardbody”), che ha prestato il suo inconfondibile belting per “This Is Me”, dove interpreta il ruolo della donna barbuta Lettie.

Un inno per gli emarginati, i diseredati e i bullizzati. “This Is Me” è la chiave per una sottotrama del biopic fantasioso che racconta dell’impresa di P.T. Barnum (interpretato da Hugh Jackman) e del suo circo di “stranezze” umane (liquidato dai critici come “freaks”). A metà del racconto, Barnum evita momentaneamente le sue “scoperte”, sbattendogli letteralmente la porta in faccia a un ricevimento di alta società. È il momento della loro presa di coscienza: “Siamo chi siamo e possediamo la nostra identità”. Marciano per le strade attraverso tutti i manifestanti, tornano al loro circo, alla loro casa, e si esibiscono.

La Settle si è aggiudicata la parte durante il primo workshop delle canzoni. Dopo aver cantato la prima parte della seconda strofa “Another round of bullets hits my skin / Well, fire away ’cause today, I won’t let the shame sink in” ha voltato le spalle ai dirigenti dello studio, in lacrime ha preso la mano di Hugh Jackman e gli ha cantato gli ultimi versi. Lui stava piangendo, e anche lei. L’intera stanza sapeva che stava assistendo a qualcosa di straordinario. La Settle ha ottenuto il lavoro lo stesso giorno.
Pasek e Paul quest’anno hanno anche vinto un Grammy per l’album del musical “Dear Evan Hansen”. A dicembre, sono stati impegnati nella stesura di nuovo materiale per il live musical della Fox “A Christmas Story”, aprendo la strada verso un potenziale EGOT, il premio simbolico che va a chi riesce a vincere l’Oscar, il Grammy, l’Emmy e il Tony Award.

Tornando alla serata dei Golden Globe, tra gli altri vincitori dei legati al mondo di Broadway troviamo Frances McDormand, che ha ricevuto il premio come Miglior attrice in un film drammatico per la sua interpretazione in Three Billboards Outside Ebbing, Missouri. La pellicola ha inoltre vinto il premio come Miglior film drammatico, nonché come migliore sceneggiatura, curata da Martin McDonagh, candidato quattro volte ai Tony Award.

Le candidate ai Tony Allison Janney ed Elisabeth Moss hanno vinto un Golden Globe per la loro interpretazione rispettivamente in  “I, Tonya” e “The Handmaid’s Tale”, Saoirse Ronan per “Lady Bird”, e Nicole Kidman per “Big Little Lies”.

Oprah Winfrey, vincitrice del Tony Award nel 2016 come produttrice di “The Color Purple”, ha ricevuto quest’anno il premio alla carriera Cecil B. DeMille. Il suo discorso appassionato, che ha sottolineato l’onnipresenza del movimento Time’s Up  alla cerimonia (il movimento contro le molestie sessuali fondato nel 2018 in risposta all’effetto Weinstein e al #MeToo), ha ricevuto un’ovazione in quanto è stata la prima donna di colore a ricevere tale onorificenza.

“In my career what I’ve always tried my best to do, whether on television or through film, is to say something about how men and women really behave, to say how we experience shame, how we love and how we rage, how we fail, how we retreat, persevere, and how we overcome. I’ve interviewed and portrayed people who have withstood some of the ugliest things life can throw at you, but the one quality all of them seem to share is an ability to maintain hope for a brighter morning, even during our darkest nights. So I want all the girls watching here now to know that a new day is on the horizon.”

Oggi è il 21 Settembre 2019

Archivio

X