Playbill focus Rubriche

Stop di quattro mesi per “Les Misérables” al Queen’s Theatre di Londra, ripartirà con una nuova produzione

“Les Misérables” continua a battere record in tutto il mondo, con nuove produzioni in crescita negli Stati Uniti, nel Regno Unito e oltre. Attualmente, il Queen’s Theatre di Londra è l’unico teatro in cui ammirare lo spettacolo con la sua messa in scena originale, ma presto cambierà. Quando lo spettacolo riaprirà dopo una breve pausa, avrà una nuova messa in scena, nuove orchestrazioni e un nuovo cast.

La produzione originale di Londra sarà dunque in scena fino al 13 luglio 2019. Il teatro, inaugurato nel 1907, chiuderà poi per quattro mesi in cui verranno svolti lavori di ricostruzione, sia del backstage che dell’auditorium: questo ripristinerà i palchi e gli archi originali dell’architetto W.G. Sprague che, insieme all’intero fronte del teatro, sono stati distrutti da una bomba nel 1940 e ne hanno causato la chiusura per 20 anni.
Il Queen’s Theatre restaurato riaprirà nel dicembre 2019 con una nuova produzione di “Les Misérables” che riprenderà con le sue fenomenali repliche quasi sempre sold out. Verrà inoltre formata una nuova compagnia e le prenotazioni apriranno a febbraio.
Mentre il Queen’s Theatre è in fase di restauro, “Les Misérables” continuerà  però a esibirsi in Shaftesbury Avenue con interessanti progetti (che verranno annunciati a breve) per una stagione di quattro mesi al Gielgud Theatre dalla fine di luglio 2019.

“Les Misérables” (conosciuto anche con il diminutivo Les Miz) è un musical scritto nel 1980 da Claude-Michel Schönberg (musiche) e Alain Boublil (testi), tratto dall’omonimo romanzo di Victor Hugo. Dopo il successo dell’edizione parigina, lo spettacolo venne notato dal produttore Cameron Mackintosh, che ne volle realizzare una versione in lingua inglese, prodotta dalla Royal Shakespeare Company e diretta da Trevor Nunn e John Caird, con testi inglesi di Herbert Kretzmer e una totale revisione del libretto e dell’orchestrazione.
Questa nuova versione ottiene un successo senza precedenti sia nel West End londinese, dove lo spettacolo viene ininterrottamente rappresentato dal 1985, che a Broadway, dove si è aggiudicato otto Tony Awards ed è stato rappresentato dal 1987 al 2003 e nuovamente dal 2006 al 2008.
Dal 1985 lo spettacolo è stato rappresentato in 52 paesi e tradotto in 22 lingue, diventando uno dei musical di maggior successo della storia (insieme a The Phantom of the Opera) vincendo oltre 100 premi internazionali.

L’acclamata nuova produzione era stata creata nel 2009 per il 25° anniversario dello show nel Regno Unito e ha continuato a riscuotere enorme successo in tutto il mondo, incluso il ritorno a Broadway. La nuova produzione itinerante, che ha appena ottenuto giudizi entusiastici a Dublino, ha già registrato un record di oltre 30 milioni di sterline con la maggior parte delle date esaurite fino a gennaio 2020, tra cui Edimburgo, Manchester, Birmingham, Cardiff e Plymouth. Restano solo pochi posti a Milton Keynes, Bradford, Newcastle e Liverpool.
Southampton sarà in vendita dall’inizio di febbraio e i dettagli di ulteriori date nel Regno Unito e in Europa saranno annunciate a breve.

“Les Misérables” e “The Lion King” sono le produzioni di maggior successo finanziario nella storia del West End. L’anno scorso questa produzione ha distribuito un ulteriore ritorno del profitto del 280%, offrendo agli investitori originali un rendimento totale di oltre il 3500% sul loro investimento iniziale: un’impresa senza precedenti per qualsiasi musical nella sua quarta decade.
Il pubblico dello spettacolo teatrale e della versione cinematografica vincitrice del Premio Oscar® è di 120 milioni di persone. Il film è uno dei 10 più grandi successi del box office musicale di tutti i tempi.
In America, l’attuale tour della nuova produzione in scena nelle principali città degli Stati Uniti e del Canada fino al 2021, continua a registrare il 95% delle presenze e ha incassato oltre 250 milioni di dollari al botteghino fino ad oggi.

Cameron Mackintosh ha dichiarato:

“Sono continuamente stupito che Les Mis nel suo quarto decennio continui a battere nuovi record. Il sorprendente successo dello spettacolo è un tributo al potere della storia che muove e ispira un popolo, che è al centro sia del romanzo originale che del Musical. Tomorrow will always come for Les Mis!”

Oggi Victor Hugo sarebbe divertito dalla tempesta mediatica creata intorno all’adattamento televisivo del romanzo firmato BBC ed entusiasta del fatto che quando “Notre Dame de Paris” (la versione musicale de “Il gobbo di Notre-Dame”) ritornerà a Londra a fine mese al London Coliseum, avrà due suoi musical in esecuzione nel West End!

Oggi è il 17 Settembre 2019

Archivio

X