Playbill focus Rubriche

Perché si chiama Broadway?
Ecco alcune curiosità sul distretto teatrale più famoso al mondo

They say the neon lights are bright on Broadway”… un nome che è subito luci sfavillanti, ritmi jazz, e cinque, sei, sette, otto!

Una porzione dell’omonima avenue di Manhattan che ospita, anche sulle strade adiacenti, oltre 40 teatri, con sale da almeno 500 posti, nel Theatre District di New York, più un teatro al Lincoln Center, il Metropolitan Opera House, nell’Upper West Side.

Questa è Broadway, ma una semplice definizione non le rende giustizia.

La magia di Broadway si respira in ogni vicolo, mentre alzi la testa per leggere le insegne degli spettacoli a Times Square. E quell’odore di palcoscenico ogni volta che entri in un foyer di un teatro… ecco la vera essenza del teatro di Broadway: dedizione, passione, sudore, amore per il teatro musicale.

Ma cominciamo dall’inizio…

Cos’è Broadway?

Broadway, o Broadway theatre , è ampiamente considerata la più alta forma di intrattenimento teatrale al mondo. Gli spettacoli di Broadway sono spesso opere o musical, ma a volte possono presentarsi sotto forma di concerti e altri eventi speciali dal vivo. Broadway ha svolto un ruolo fondamentale nel plasmare la cultura popolare, spesso ramificandosi oltre le sue origini sul palco e prendendo nuova vita in televisione, film, musica e altro ancora.

Quanti teatri di Broadway ci sono?

Tecnicamente qualsiasi locale con 500 posti o più, situato lungo Broadway nel Theatre District di New York City è un teatro di Broadway. Ad oggi se ne contano 41, ognuno con la propria ricca storia di spettacoli innovativi e artisti leggendari.

Perché si chiama Broadway?

Broadway è una strada di 13 miglia che attraversa due dei cinque distretti di New York City: Manhattan e il Bronx. Tecnicamente continua ben oltre i limiti della città, finendo infine a Sleepy Hollow.

Molto prima dell’arrivo dei coloni europei, i nativi americani avevano tracciato il sentiero Wickquasgeck come la principale arteria nord-sud attraverso l’isola di Manhattan. Gli olandesi ampliarono e ribattezzarono la strada (Heeren Wegh o Gentleman’s Way) quando arrivarono nel XVII secolo.

Fu solo nel 1664, quando gli inglesi presero il sopravvento, che venne ribattezzata Broadway per la sua larghezza insolita.

Essendo una delle strade più antiche di New York City, esistente molto prima del Commissioners’ Plan del 1811, Broadway è una delle poche a Manhattan che non segue il sistema a griglia della città. Nei punti in cui attraversa i viali del centro Broadwya dà origine a Times Square, Herald Square, Madison Square e Union Square.

Quando Broadway è diventata Broadway?

New York City aveva una consolidata presenza teatrale già a metà del 1700, ma solo alla fine del 1800 la maggior parte dei teatri si spostò verso la parte alta della città, nell’area che oggi conosciamo come il “distretto dei teatri”, che all’epoca era costituito principalmente da residenze familiari e fattorie. Con lo sviluppo dell’area nei decenni successivi i trasporti sono migliorati, la povertà è diminuita e il quartiere è sbocciato come sede delle produzioni teatrali. Alcuni dei più antichi teatri di Broadway ancora in funzione oggi sono stati costruiti nei primi anni del 1900, tra cui l’Hudson, il Lyceum e il New Amsterdam.

Il primo spettacolo che oggi considereremmo un musical è stato “The Black Crook”, della durata di cinque ore e mezza. Ebbe 474 repliche nel 1866.

Si può vedere uno spettacolo di Broadway fuori da New York City?

Praticamente, no. Qualsiasi spettacolo in scena al di fuori di un teatro di Broadway non è tecnicamente uno spettacolo di Broadway.
Questo significa che al di fuori di Broadway non si può assistere a un buon spettacolo teatrale?
Assolutamente no! Esistono le versioni itineranti nazionali degli spettacoli di Broadway, o le produzioni estere con licenza internazionale. Ciò non significa che non siano spettacoli fantastici, tecnicamente non sono spettacoli di Broadway.

Oggi è il 23 Settembre 2021

IN EVIDENZA

DELLALO'

AIDA CONSIGLIA

Archivio