News

Mary Garret è pronta a tornare a danzare alla Scala

Arriva lo scorso venerdì, 15 Aprile, la decisione definitiva che permetterà a Mariafrancesca Garritano di fare finalmente ritorno al Teatro alla Scala. La sezione Lavoro della Cassazione, con la sentenza n.7558 ha respinto infatti il ricorso presentato dal teatro milanese contro la decisione della Corte d'Appello di Milano, che nell'ottobre 2014 dichiarò illegittimo il licenziamento, confermando dunque quel pronunciamento.

Mary Garret era stata allontanata dal teatro milanese quattro anni fa, quando aveva rilasciato un’intervista al giornale inglese The Observer dove denunciava l’esistenza di gravi disturbi alimentari all’interno del mondo della danza, in particolare della fondazione meneghina.

Il giornale riportava affermazioni forti; “una ballerina su cinque alla Scala soffre di anoressia, che molte non riescono ad avere figli, che nei corpi di ballo dilagano «storie di corruzione, di minacce e di compromessi, per mantenere il proprio posto sul palco”.

Immediata era stata la reazione del Teatro licenziando in tronco la danzatrice; era stato identificato dalla direzione del teatro come un attacco diretto da parte di una dipendente, una rottura del rapporto di fiducia che ha quindi portato alla lettera di licenziamento.

Mary Garret, in questi anni, non ha abbandonato la sua passione e attende ora che la Scala provveda a rispettare quanto definitivamente deciso.

Soddisfatti gli avvocati difensori Alessandro Russo e Simone Pietro Emiliani. “La Suprema Corte ha infatti accolto in pieno le tesi difensive, con una sentenza che pone fine al lungo travaglio della signora Garritano, ingiustamente allontanata per più di quattro anni dal Corpo di ballo". I legali confidano "che il Teatro alla Scala darà immediata esecuzione alla sentenza della Suprema Corte, reintegrando la Garritano nel posto che le spetta nel Corpo di ballo della Scala".

Oggi è il 5 Dicembre 2020

Archivio