Broadway Bound Rubriche

La storia di Fred Astaire e Ginger Rogers raccontata nel film “Fred & Ginger”
Jamie Bell e Margaret Qualley saranno i protagonisti

Amazon Studios e Automatik produrranno un lungometraggio sull’iconica coppia danzante Fred Astaire e Ginger Rogers.
Il creatore di “The End of the F***ing World” Jonathan Entwistle dirigerà il film biografico basato su una sceneggiatura di Arash Amel (“A private war”, “Grace di Monaco”).

Fred & Ginger” racconterà la vera storia d’amore non raccontata tra le due leggende della danza, sia sullo schermo che nella vita reale.

Slanciato ed elegante, Fred Astaire maturò uno stile del tutto personale. Con lo sfrenato scalpiccio dei suoi piedi giganteggiò nel tip-tap, rendendo questa danza una vera e propria forma d’arte. Nelle sue coreografie cercò di unire il ritmo della musica jazz con l’eleganza di quella europea.
Astaire aveva uno stile fluido che fondeva tap, sala da ballo e balletto. È stato ispirato da ballerini di tip tap come
John Bubbles e ha sviluppato una passione per i ritmi irregolari. Corposo e molto complesso, la sua danza è sempre sembrata facile. Nei suoi film, Astaire aveva un controllo significativo su come veniva filmata la sua coreografia, insistendo sul fatto che le sequenze di danza fossero riprese nella loro interezza con telecamere fisse. La telecamera doveva inquadrate tutto il corpo in modo che il pubblico potesse vedere chiaramente ogni passo.

Astaire debuttò nel cinema accanto a Joan Crawford e Clark Gable, nel film “La danza di Venere” (1933), in cui interpretò un cameo nel ruolo di se stesso in un numero di danza, dato che era già un celebre ballerino. Nello stesso anno, scritturato dalla RKO, inaugurò il sodalizio artistico con la giovane e affascinante Ginger Rogers, con la quale girerà in tutto dieci pellicole, a partire dalla commedia musicale “Carioca” (1933).
La RKO, casa produttrice del film, non si lasciò sfuggire questa straordinaria coppia, e la impegnò in una fortunata serie di musical, come
“Cappello a cilindro” (1935) e “Follie d’inverno” (1936), in cui i due recitarono con gustoso brio e danzarono con grazia e sensualità sulle note di musiche straordinarie, composte da grandi nomi come Irving Berlin e George Gershwin.

A interpretare gli indimenticabili ballerini protagonisti dei musical americani degli anni trenta saranno Jamie Bell (il protagonista di “Billy Elliot”) e Margaret Qualley (“Fosse/Verdon”, “C’era una volta a… Hollywood”).

Entrambi con un forte background di danza, non saranno di certo estranei alle rigorose coreografie. Questo film segnerà il ritorno in sala prove di Bell dopo “Billy Elliot”, mentre abbiamo già avuto modo di vedere le grandi doti di ballerina della Qualley in “Fosse / Verdon” di FX e nel virale spot pubblicitario del profumo di Kenzo diretto da Spike Jonze.

Oggi è il 18 Gennaio 2021

AIDA CONSIGLIA

Archivio