Broadway Bound Rubriche

Johnny Depp produrrà un musical sulla vita di Michael Jackson, dal punto di vista del suo guanto

AGGIORNAMENTO: Un rappresentante di Johnny Depp ha affermato che né lui né la sua società di produzione sarebbero coinvolti nella realizzazione del nuovo musical su Michael Jackson.

Come riportato dalla rivista musicale britannica NME, Johnny Depp produrrà un nuovo musical sulla vita di Michael Jackson raccontata dal punto di vista del suo guanto.

Il musical si baserà sull’opera teatrale del drammaturgo e filmmaker Julien Nitzberg intitolata “For the Love of a Glove: An Nonhorized Musical Fable About the Life of Michael Jackson, as Told by His Glove”.

Lo spettacolo è stato descritto come “uno sguardo nuovo e revisionista sulle strane forze che hanno plasmato Jackson e gli scandali che lo hanno tormentato”. Il musical debutterà a Los Angeles il prossimo gennaio.

Secondo alcune testimonianze, una grande rete televisiva negli Stati Uniti aveva chiesto a Nitzberg di scrivere un film su Jackson, ma in seguito alle accuse di abusi sui minori contro Jackson emerse all’inizio di quest’anno la richiesta è stata ritirata.

«Una grande rete televisiva voleva che io scrivessi un film [Jackson]… ma è emersa la domanda [su] come gestire le accuse di abuso di minori – racconta Nitzberg – [Allora] ho detto: tutto ciò di cui MJ è stato accusato è stato effettivamente causato dal suo guanto, che in realtà è un alieno proveniente dallo spazio [e] si nutre di sangue di ragazzo vergine. Risero e dissero: “puoi fare la versione normale?”
Per me è stato moralmente ripugnante, ha aggiunto Nitzberg. Ho rifiutato una compenso davvero alto».

Anche se poi ha deciso di esplorare l’idea per il palcoscenico.

“For the Love of a Glove” vede Jerry Minor nel ruolo di Thrhil-lha (alias The Glove) ed Eric B. Anthony nel ruolo di Michael Jackson. Come nel famoso musical di Broadway “Avenue Q”, gli attori interpretano i loro 20 ruoli mentre sono visibili al pubblico. A differenza di “Avenue Q, questo spettacolo non usa marionette “Muppet style”, piuttosto marionette giapponesi appositamente progettate, costruite meticolosamente in stile Bunraku. Realistiche e vicine alle dimensioni della vita, queste 20 opere d’arte completamente originali ritraggono tutti i membri dei Jackson 5, Donny Osmond, Emmanuel Lewis, Corey Feldman e Bubbles the Chimp.
Un annuncio del cast di supporto uscirà presto.

“For the Love of a Glove” adotta un approccio decisamente fuori dal comune nel raccontare la storia della vita di Michael Jackson.
Prendendo gli eventi della vita reale dalla vita di Michael e raccontandoli di nuovo attraverso la prospettiva di un guanto che era un alieno musicalmente talentuoso che cercava di impadronirsi dell’umanità, lo spettacolo riesamina la vita del cantante in un modo nuovo e comico che sorprenderà il pubblico con la sua interpretazione unica di tutti gli strani momenti inspiegabili del suo percorso.

Nella vita reale, il musical preferito di Michael era “The Sound of Music”. Questo classico di Rodgers e Hammerstein non presentava nessuna delle musiche eseguite nella vita reale dalla famiglia von Trapp, bensì una colonna sonora completamente originale. Ispirato da questo, “For the Love of a Glove” non usa la musica dei Jackson 5 o di Michael per raccontare la sua storia. Usando solo la musica originale creata per lo spettacolo, questo musical rivistita in chiave comica la vita di Michael Jackson per affrontare le tre fasi incendiarie di razza, religione e sessualità che sono sempre state controverse nella su storia. Lo spettacolo tocca argomenti ancora molto discussi oggi come lo erano ai tempi d’oro di Michael.

Profondamente studiato, “For the Love of a Glove” pone al centro il rapporto Amadeus/Salieri che esisteva tra Michael e Donny Osmond, usandolo come chiave per comprendere gran parte della vita di Michael. Questo aspetto della storia non è noto a molte persone. Prima che l’appropriazione culturale diventasse una parola d’ordine contemporanea, gli Osmonds si appropriavano dell’aspetto e delle sonorità dei Jackson 5 in un modo che causava polemiche nella comunità nera ma veniva ignorato nel mondo bianco. “For the Love of a Glove” approfondisce questa strana storia mentre esamina anche il danno che i Testimoni di Geova (la stessa religione di Michael) hanno causato nella sua vita. Controverso, audace, ma sempre divertente, “For the Love of a Glove” non è il solito musical.

Oggi è il 9 Dicembre 2019

Archivio

X