News

Il Regio di Parma ospita il Balletto di Milano con un duplice appuntamento

È stata una stagione particolarmente intensa e ricca di soddisfazioni per il Balletto di Milano, una stagione costellata da tappe in Italia di grande prestigio, tournée internazionali, riscontri più che positivi di pubblico e critica.

“I teatri che ci hanno ospitato sono tutti meravigliosi e significativi! – spiega il direttore artistico Carlo Pesta – Dal Bellini di Catania dove in 7 recite abbiamo raggiunto il record di 6974 spettatori, al Kilden Theatre di Kristiansand che ci ha accolto con entusiasmo per quasi un mese di recite sempre sold out, ai teatri di Piacenza, Asti, Ferrara, Ginevra per citarne alcuni, alla Francia dove, oltre al consueto successo di pubblico, abbiamo collezionato critiche estremamente lusinghiere, ai recenti Alexander Theatre di Helsinki e Vene Teater di Tallinn. In questa sala di rara bellezza abbiamo avuto l’onore di avere presenti al nostro spettacolo ‘Anna Karenina’ numerose personalità: il nostro Ambasciatore in Estonia e i rispettivi colleghi Usa, Francia, Giappone e Lettonia, il Capo del Governo estone accompagnato da quattro Ministri, oltre agli esponenti di spicco delle maggiori istituzioni culturali. Una serata davvero indimenticabile per tutto il Balletto di Milano! E non posso non citare la Città di Milano dove il nostro pubblico ci riserva sempre calore e apprezzamenti, seguendoci con crescente interesse e confermandoci particolare attenzione”.

Non si poteva dunque che chiudere in grande stile in uno dei teatri di tradizione più importanti del panorama nazionale: lo storico e prestigiosissimo Regio di Parma.

Due i titoli in programma. Cenerentola, omaggio al grande compositore Gioachino Rossini nell’anno delle celebrazioni per il 150° della morte e il Lago dei Cigni, rispettivamente in scena il 24 e 25 maggio.

Già vincitrice di prestigiosi premi internazionali, Cenerentola è firmata da Giorgio Madia ed è un balletto frizzante ed ironico, ricco di trovate definite geniali: dal controluce iniziale che spiega come Cenerentola si ritrovi a vivere con matrigna e sorellastre, agli abiti di Cenerentola identici alla tappezzeria di casa, dettaglio che ne sottolinea lo status all’interno della famiglia, ai “cavalli danzanti” che trainano la bella carrozza con la quale Cenerentola raggiunge la festa, alla fata sbadata e sensuale che farà ritrovare al Principe azzurro la sua amata per l’immancabile lieto fine. Spassosissimo il trio en travesti Matrigna/Sorellastre: incredibili gag si susseguono dall’inizio alla fine trascinando il pubblico in immancabili applausi. Estrosa ed in linea con lo spettacolo la musica del “Cigno di Pesaro” che con la sua brillantezza, l’acrobazia virtuosistica, gli effetti comici e parodistici d’orchestrazione, veste perfettamente una coreografia che restituisce quell’ambientazione immaginaria fatta di fate, carrozze, cavalli e scarpette di Perraultiana memoria.

Fortemente evocativa anche la messinscena del Balletto di Milano per il Lago dei Cigni, che, giocando sulla riflessione e trasparenza, sottolinea l’originale coreografia di Teet Kask che fonde la perfezione degli atti bianchi ad una nuova estetica. Il coreografo estone sceglie infatti di rimanere fedele alle scene centrali derivanti dalla storia tradizionale, ma attraverso le linee drammaturgiche della prima e terza scena che non seguono la fiaba bensì la spiegazione del rapporto tra il Padre / Rothart e il Figlio / Principe”.

Impegnati sul palcoscenico emiliano tutti gli straordinari danzatori della Compagnia. La coppia Alessia Campidori / Federico Mella è protagonista nelle due serate: entrambi cresciuti in Compagnia sono oggi tra i danzatori di punta del Balletto di Milano. Alessandro Orlando dimostra tutta la sua versatilità passando dai panni dell’esilarante Matrigna di Cenerentola all’autorevole Padre/Rothart di Lago dei Cigni. Non da meno Alessandro Torrielli, Benno in Lago dei Cigni, sorellastra con Federico Micello in Cenerentola che vede impegnati anche Mirko Casilli e Germano Trovato (due lacchè) e Angelica Gismondo (la fata). Da segnalare anche Marta Orsi nel title-role in Cenerentola nelle recite riservate alle scuole.

Dopo l’invito al Festival Chorea di Bratislava, al via la stagione estiva con spettacoli al Castello di Milano, Florence Dance Festival, Sicilia Opera & Ballet, Ferento, Saint Vincent e numerosi altri appuntamenti che vedranno il Balletto di Milano impegnato in alcune delle sue produzioni di maggior successo tra cui Romeo e Giulietta, La vie en Rose Bolero, Carmen e Le mille e una notte.

Balletto di Milano in Cenerentola
Balletto in due atti su musiche di Gioachino Rossini
Coreografia di Giorgio Madia
Scenografia e costumi di Cordelia Matthes

Balletto di Milano in Il Lago dei Cigni
balletto in due atti su musiche di P. I. Tchaikovsky
Coreografia di Teet Kask
Scenografia di Marco Pesta

Teatro Regio
Via Giuseppe Garibaldi, 16/a
Parma

 Cenerentola

Giovedì 24 maggio ore 10:00 per le scuole,  ore 20:30
Venerdì 25 maggio ore 10:00 per le scuole

Il Lago dei Cigni
Venerdì 25 maggio ore 20:30

Crediti fotografici: Carla Moro e Aurelio Dessì

Oggi è il 19 Settembre 2020

Archivio