Broadway Bound Rubriche

Andrew Lloyd Webber sui social media: «“The Phantom of the Opera” tornerà a Londra il prima possibile»

«One thing I do promise everybody so long as I have anything to do with theatre, Phantom will be back and it will be back with the Hal Prince production.»
 «Una cosa che prometto a tutti fintanto che avrò qualcosa a che fare con il teatro, Phantom tornerà e tornerà con la produzione di Hal Prince»

Parole di Sir Andrew Lloyd Webber che, sui suoi canali social, ha condiviso un video in cui ci porta all’interno dell’Her Majesty’s Theatre di Londra, casa di uno dei più eclatanti successi nella storia del teatro musicale, “The Phantom of the Opera”, dal 1986 e che attualmente è vuoto a causa della pandemia in corso.

Nel video Lloyd Webber gira per il teatro vuoto, affermando che «fintanto che avrò qualcosa a che fare con il teatro, Phantom tornerà».

https://www.facebook.com/AndrewLloydWebber/videos/657036331602169/

Nel video, Webber condivide:

«Questo è il palco di Her Majesty’s Theatre dove dovrebbe andare in scena Phantom. Vi prometto la produzione di Hal Prince tornerà nella sua interezza, si spera ancora più grande e migliore».

Il video prosegue con Webber sul palco vuoto che spiega il motivo per cui le scene erano state rimosse: principalmente perché era tempo di “ripensare ad alcune scenografie”.

L'immagine può contenere: 2 persone, persone che sorridono, persone in piedi, vestito elegante e notteCameron Mackintosh e the Really Useful Group hanno recentemente rilasciato una dichiarazione riguardante i cambiamenti del set: “negli ultimi mesi delle repliche a Londra e della chiusura forzata di “The Phantom of the Opera” a causa del Covid-19, Cameron Mackintosh e the Really Useful Group hanno intrapreso una serie di ispezioni specialistiche per vedere quante riparazioni e lavori di manutenzione fossero necessari alla produzione fisica e al Teatro, la conclusione è che purtroppo il lavoro è così considerevole da rendere necessario un periodo di chiusura prolungata”.

«Il set della produzione originale ha ormai più di 34 anni e non sorprende che molti degli elementi scenici stiano arrivando alla fine della loro vita naturale, che non era mai stata prevista per essere così lunga quando furono costruiti per la prima volta. LW Theatres, operatore di Her Majesty’s Theatre, ha anche bisogno di effettuare una serie di lavori di riparazione su questo edificio storico che negli ultimi quattro decenni è stato in grado di intraprendere solo lavori decorativi».

https://www.facebook.com/ThePhantomOfTheOpera/videos/10155242274557051/

Cameron Mackintosh dice: «È straziante sia per me che per tutti i miei dipendenti chiudere tutte le mie produzioni a Londra e nelle regioni. Sono determinato che i miei spettacoli, tra cui “The Phantom Of The Opera”, torneranno nel 2021 quando sarà pratico, sicuro e ragionevole farlo».

Oggi è il 25 Novembre 2020

Archivio