Musical Rubriche

“HAIR The Tribal Love-Rock Musical” in scena dal 3 ottobre al Teatro della Luna

L’era dell’Acquario è tornata… o forse non è mai tramontata!

Debutta il prossimo 3 ottobre al Teatro della Luna di Assago HAIR The Tribal Love-Rock Musical”, prodotto da MTS Entertainment in collaborazione con Compagnia della Rancia, per la regia di Simone Nardini.

Scatenato, coloratissimo, emozionante, controcorrente, quella di “HAIR” (libretto e liriche James Rado e Gerome Ragni, musiche Galt MacDermot) è una storia senza tempo, capace di riaccendere la nostalgia in coloro che hanno vissuto il ’68 e ricordano il dramma della guerra in Vietnam, ma anche di far sentire i più giovani, con la sua carica rivoluzionaria, parte della coloratissima tribù dai capelli selvaggi. Un grido universale di pace, impegno civile e amore per vivere (o rivivere) un’epoca mai tramontata, con 34 artisti, l’orchestra dal vivo e con la supervisione musicale di Stephen Alexander Lloyd: messaggi di straordinaria attualità, oggi come cinquant’anni fa, per risvegliare le coscienze sulle note di famosissime canzoni come “Aquarius”, “Hair” e “I Got Life”.

«Oggi, come allora, esistono ancora tanti Vietnam… e tanti giovani con la voglia di liberarsi dalla schiavitù commerciale della Società.
“Hair”, spettacolo cult fine anni ’60, è più che mai l’ideale manifesto delle nuove generazioni che cantano l’alba dell’era dell’Acquario.
Il mio tributo vuole rendere omaggio all’opera-rock simbolo del pensiero hippie. In quegli anni si formavano gruppi di ragazzi e ragazze che trascorrevano il tempo senza inibizioni e accompagnavano la protesta contro le sofferenze della guerra con il grido di Sesso, droga e Rock’n’Roll.
“HAIR, The Tribal Love-Rock Musical”, con il suo folto cast, le musiche eseguite dal vivo, le coinvolgenti coreografie, il libretto in italiano ma le canzoni in lingua originale e la trasgressione irriverente dei sui contenuti, coinvolgerà ancora le platee dopo oltre 50 anni dal suo debutto a Broadway».

Simone Nardini

Con Regia, Scena e Costumi di Simone Nardini, Musical Supervisor Stephen Alexander Lloyd, Direzione Musicale a cura di Eleonora Beddini, Coreografie di Valentina Bordi, Disegno luci di Valerio Tiberi e Michele Savoia come Acting Coach, “Hair” rappresenta il prodotto forse più importante della controcultura hippie degli anni sessanta: il suo imponente successo ha significato un autentico terremoto nella cultura sessuale statunitense e ha contribuito a diffondere l’opposizione pacifista alla guerra del Vietnam. “Hair” ha inoltre contribuito alla ridefinizione del musical theatre, dando origine al genere rock musical o rock opera.

LA TRAMAUn gruppo politicamente attivo di “capelloni” (The Tribe), “hippies dell’era dell’Aquario”, combattono la coscrizione alla guerra del Vietnam e conducono insieme una vie de bohème a New York.
La loro lotta ruota intorno al tentativo di creare un equilibrio tra l’armonia della vita comunitaria e i nuovi valori promossi dalla rivoluzione sessuale, da un lato, e la ribellione pacifica contro la guerra e i valori conservatori dei genitori e della società, dall’altro.
Claude, che si imbatte casualmente nella Tribe, proveniente dal mid-west con il suo carico di valori tradizionali, deve decidere se rigettare gli obblighi di leva, così come hanno fatto i suoi amici.

Il Cast artistico è composto da Stefano Limerutti (Claude), Gennaro Pelliccia (Berger), Vittoria Brescia (Sheila), David Marzi (Hud), Edoardo Franchetto (Woof), Alice Tombola (Ronnie), Sara Di Fazio (Jeanie), Matteo Minerva (Margaret Mead), Elga Martino (Crissy) e Paolo Broscritto (Walter).
La Tribe: Claudia Barelli, Matteo Cernuta, Luna Colavolpe, Valeria Della Valle, Mattia Epifani, Giulia Ferraro, Matteo Francia, Francesca Galeazzi, Fabio Lorenzatti, Mitsio Paladino Florio, Monica Patino, Giampaolo Picucci, Gabriele Pierani, Silvia Pieroni, Cristiana Pigazzi, Dario Scaturro, Sara Sironi, Claudia Urselli, Marco Valentino, Silvia Vena.

Il debutto del musical off-Broadway avvenne il 17 ottobre del 1967 al Public Theater fondato da Joseph Papp con Ragni e dal 22 dicembre per 45 repliche fu in scena in una discoteca della Midtown di Manhattan. Lo show esordì a Broadway al Biltmore Theatre il 29 aprile del 1968 con Rado, Ragni, Paul Jabara e Diane Keaton. A questo esordio seguirono 1750 performance con Ben Vereen, Keith Carradine, Barry McGuire, Ted Lange e Meat Loaf fino al 1º luglio 1972. Di questa edizione venne inciso un album che raggiunse la prima posizione in Germania, la terza nei Paesi Bassi e la quarta in Norvegia e vinse il Grammy Award Best Score from an Original Cast Show Album 1968.
Dalla fine del 1968
il Musical va in scena a Los Angeles, a Chicago e a San Francisco. Dal 27 settembre 1968, ebbe inizio una produzione londinese per il Teatro del West End con Elaine Paige, Marsha Hunt (cantante), Richard O’Brien e Tim Curry (1.997 repliche fino al luglio 1973). Lo show non sarebbe potuto andare in scena nel Regno Unito senza drastiche modifiche prima dell’abolizione, datata proprio nel 1968, del Theatre Act del 1737, sorto per proteggere la politica di Robert Walpole dalla satira teatrale.
La prima edizione italiana va in scena al Teatro Sistina di Roma nel 1970 (regia di Victor Spinetti e adattamento dei testi di Giuseppe Patroni Griffi. Interpreti Gisella Castrini, Loredana Bertè, Angela Pagano, Renato Zero e Teo Teocoli.

Nella stagione 2008-2009 Hair The Musical” viene prodotto dal Teatro delle Erbe srl di Milano con Elisa alla direzione musicale, David Parsons alle coreografie e Giampiero Solari alla regia insieme a Luca Tommassini.

“HAIR The Tribal Love-Rock Musical” sarà in scena dal 3 al 6 ottobre al Teatro della Luna di Assago (Milano), il 18 e 19 Ottobre al Lugano Arte e Cultura Lac, il 22 Ottobre al Teatro Comunale di Bolzano, 16 e 17 Novembre Teatro Team di Bari, il 18 Novembre al Teatro Fusco di Taranto e il 29 e 30 Novembre al Teatro Alfieri di Torino.

Oggi è il 24 Ottobre 2019

Archivio

X