News

27 MARZO – GIORNATA MONDIALE DEL TEATRO (CHIUSO): IL MESSAGGIO DI HELLEN MIRREN
QUEST'ANNO LE CELEBRAZIONI SONO VIRTUALI MA "LA BELLISSIMA CULTURA DEL TEATRO VIVRÀ FINCHÉ CI SAREMO"

Italia – Teatri aperti in zona gialla dal 27 marzo, dicevano, ma oggi non solo non ci sono zone gialle, molte strutture non avrebbero neppure potuto riaprire perché non supportate a sufficienza. Nessuna caduta delle illusioni, comunque, perché non ci avevamo creduto.

Il teatro, però, vive e sopravvive a tutto e anche quest’anno la creatività, la voglia di raggiungere il pubblico e il bisogno di esprimersi non si sono spenti e tutti ci siamo adeguati, trasformati, reinventati sfruttando al massimo i mezzi a nostra disposizione andando dalle favole al telefono alla Gianni Rodari fino alle performance in video, ai social, allo streaming.

Proprio perché il teatro non muore e arricchisce le nostre vite, vale la pena celebrarlo in questo giorno che gli è dedicato. La Giornata Mondiale del Teatro è stata istituita a Vienna nel 1961 durante il IX Congresso mondiale dell’Istituto Internazionale del Teatro, creato nel 1948 per iniziativa dell’U.N.E.S.C.O, su proposta dello scrittore finlandese Arvi Kivimaa. Dal 27 marzo 1962, la Giornata Mondiale del Teatro è celebrata dai Centri Nazionali dell’I.T.I. in un centinaio di Paesi del mondo.

Oggi, in considerazione delle restrizioni dovute all’emergenza sanitaria ancora in corso, si propone un evento online, in streaming, con prodotti video provenienti da tutto il mondo e fruibili sul sito ufficiale www.world-theatre-day.org

Ogni anno, una personalità del mondo del teatro, o una figura conosciuta per le sue qualità di spirito, è invitata a condividere un “messaggio internazionale” che viene tradotto in diverse lingue e fa il giro del mondo essendo letto davanti a decine di migliaia di spettatori prima della rappresentazioni teatrali del 27 marzo, stampato sui quotidiani e diffuso dai mass media e sui social.

Jean Cocteau fu l’autore del primo messaggio internazionale nel 1962. Alla base del discorso c’è sempre il concetto che il teatro riunisce, è condivisione, può favorire la comprensione e contribuire al raggiungimento della pace tra i popoli.

Hellen Mirren, pluripremiata attrice con una carriera internazionale che spazia tra teatro, televisione e cinema, è l’autrice del Messaggio Internazionale per la Giornata Mondiale del Teatro 2021

“Questo è un momento così difficile per lo spettacolo dal vivo e molti artisti, tecnici, artigiani e artigiane hanno lottato in una professione già piena di insicurezze. Forse questa insicurezza sempre presente li ha resi più capaci di sopravvivere, con intelligenza e coraggio, a questa pandemia. La loro immaginazione si è già tradotta, in queste nuove circostanze, in modi di comunicare creativi, divertenti e toccanti, naturalmente soprattutto grazie a internet. Da quando esistono sul pianeta, gli esseri umani si sono raccontati storie. La bellissima cultura del teatro vivrà finché ci saremo. L’urgenza creativa di scrittori, designer, danzatori, cantanti, attori, musicisti, registi non sarà mai soffocata e nel prossimo futuro rifiorirà con una nuova energia e una nuova comprensione del mondo che noi tutti condividiamo. Non vedo l’ora! ”
Helen Mirren
Traduzione di Roberta Quarta del Centro Italiano dell’International Theatre Institute

WORLD THEATRE DAY (27 marzo)
Info www.world-theatre-day.org
Sito italiano www.giornatamondialedelteatro.it

Leggi anche Giornata Mondiale del Teatro 2020  www.dancehallnews.it/giornata-mondiale-del-teatro-lomaggio-del-sistina-allo-spettacolo-dal-vivo

Oggi è il 30 Luglio 2021

IN EVIDENZA

DELLALO'

AIDA CONSIGLIA

Archivio