News

L’incontro delle diversità raccontato dagli Mnai’s con “Around”

Continua il tour della crew Mnai’s con Around. Il gruppo di ballerini è giunto anche a Novara, dove ha portato in scena il suo spettacolo presso il Teatro Coccia, gli scorsi 1 e 2 Aprile.

La crew, nata nel 2006, è formata da sette ballerini e tre ballerine – Carlos Kamizele, Simone Panzera, Marco Cristoferi, Xu Ruichi, Imad Kerrachi, Mattia Quintavalle, Enrico Savorani, Lidia Carew, Jessica Sala, Beatrice Restelli; gli uomini appartengono al variegato mondo della street dance mentre le ragazze spaziano tra il classico, il modern e il contemporaneo. Il risultato è una crew unica dove però confluiscono stili e discipline differenti, che riesce a comunicare a una sola voce, ma mantiene vive e definite le peculiarità di ciascun danzatore.

Le diversità che si incontrano e trovano una forma d’espressione comune.

Tutto questo lo si ritrova in Around; lo spettacolo segue il viaggio di una valigia smarrita, un peregrinare incessante attorno al mondo, toccando i paesi più lontani e gli angoli più remoti, cui partecipano i danzatori che, di volta in volta, assumono i caratteri degli abitanti di quel luogo. Carlos è l’unico a mantenere la propria identità durante l’intero spettacolo, seguendo la valigia in ogni dove, e si fa personaggio simbolo di ciò che lo spettacolo vuole raccontare.

Dalla Russia al Sudafrica, all’Argentina, il viaggio della valigia, infatti, diventa un mezzo per raccontare ed affrontare tematiche più profonde, di grande attualità; sono l’integrazione e l’incontro tra culture, che fanno emergere da un lato la paura del diverso e il problema della discriminazione razziale, dall’altro il bisogno di accettazione e di unione.

Lo spettacolo procede senza interruzioni, dando al pubblico un assaggio delle diverse tecniche di danza, e in esso ogni ballerino dimostra un’ottima preparazione in un preciso stile; poppin’, lockin’, tuttin’, evoluzioni di breakdance, ma anche movimenti tratti dalla danza afro, dalla tecnica contemporanea e classica, con interessanti soluzioni di commistione tra generi.

Oltre alle capacità dimostrate dalla crew nell’esibizione, ciò che colpisce è la fisicità espressiva dei danzatori, i cui corpi si trasformano ad ogni cambio di scena, assumendo i tratti di esseri primordiali o canidi guardiani, sirene fluttuanti o bambole meccaniche.

Di grande impatto è il sistema di proiezioni e cortometraggi di Luca Parmigiani, scelta che si rivela sempre efficace, che accompagna lo spettatore in giro per il mondo, guidandolo alla scoperta di ogni paese, e che, al tempo stesso, dona fluidità alla storia, fornendo l’ambientazione spaziale alle singole scene.

Around, con la regia di Marco Silvestri, è stato coreografato da Mirella Rosso e da Cristiano Buzzi, alias Kris, il quale si è dedicato alla realizzazione delle sequenze hip hop. Lo spettacolo prosegue nel suo tour che prossimamente farà tappa ad Assisi prima di arrivare a Roma e Napoli. 

Around si rivela un’occasione per poter apprezzare e conoscere tutte le sfaccettature della danza street, realizzando il sogno della crew di portare la sua danza “di strada” nei teatri più importanti.      

Oggi è il 25 Ottobre 2020

Archivio