News

Kafka sulla spiaggia a ritmo di Hip Hop Theatre

Al teatro Giuditta Pasta di Saronno, venerdì 6 febbraio alle ore 21 andrà in scena una potente contaminazione tra hip hop theatre, danza contemporanea, house, jazz rock e breaking con i danzatori della “DaCru Dance Company”.

“Kafka Sulla Spiaggia” è la trasposizione danzata dell’omonima opera di Murakami, del geniale viaggio visionario e incantato dove si susseguono personaggi e rivelazioni senza mai giungere al cuore più profondo, che resta segreto e inattingibile. Il progetto d’un libro danzato è di per se un viaggio, ma per i “DaCru” danzare “Kafka Sulla Spiaggia” è divenuto un vero e proprio privilegio, sempre accompagnati dalla misteriosa anima di Murakami che, geniale e illuminata, tra tanti incredibili personaggi, pone i gatti al centro dell’attenzione, memorabili creature che sovente rubano la scena agli umani.

Il progetto “DaCru” nasce nel 1996 dall’unione artistica di due danzatori e coreografi tra i più rappresentativi del panorama della danza urbana italiana, Marisa Ragazzo e Omid Ighani. E’ la prima formazione italiana a danzare negli spazi performativi black delle capitali europee in tournée nel ’98 e nel ’99. Da qui inizia la spinta verso la sperimentazione della danza urbana mescolata al concetto del teatro come spazio fisico, decisamente estraneo alla street culture. In questa zona di confine, i coreografi danno vita ad un percorso innovativo di hip hop theater, spaziando ovunque possa giungere la contaminazione dell’hip hop, fondendone il gesto tecnico con quello dell’house, della danza contemporanea, del jazz rock e del breaking più innovativo.

La compagnia debutta al Teatro Greco di Roma nel 1999 e prosegue negli anni successivi danzando anche su palcoscenici importanti come Roma, Milano, Ravenna, Cremona, Verona, Spoleto, Bergamo, Modena, Firenze, Napoli, Grosseto, Pisa, Bari, Catania, Palermo, Benevento, Mazzara del Vallo, Wu-Tang Clan Zoolunation Day, Biella, Cagliari, Riccione.

Nel 2008 l’Hip Hop theater dei DaCru approda sul palcoscenico del Malibran-Fenice di Venezia, con il debutto di “Le Roi”, tributo alla lucente e breve vita di J.M.Basquiat.

Nel 2012 “Kaze Mononoke” (coproduzione Festival Danza Estate Bergamo) 2011 “Kafka sulla spiaggia” 2008 “Le Roi” 2007 “DàR 2006 “Haiku” 2004 “Iz it”. 2003 “Tribute to the W” 2014 E’ in preparazione “Sakura blues”. Debutto previsto: novembre Marisa Ragazzo e Omid Ighanì Marisa Ragazzo e Omid Ighanì iniziano la loro collaborazione artistica nel 1996, mescolando sistematicamente le personali curiosità artistiche, il proprio background, i propri talenti, attenti a mantenere integre le diversità e spesso riuscendo ad esaltarle.

La loro diversa formazione artistica, accademica per Marisa (Prebil, Trayanova, Lupov, Peter Goss, Sebron) e street per Omid (freestyler, come molti talenti nati e cresciuti nella cultura hip hop degli anni ’80), produce un codice artistico fortemente innovativo e di certo singolare. Innamorati entrambi della sperimentazione estrema e delle contaminazioni di stili e linguaggi, creano una dimensione coreografica insolita, restando allo stesso tempo assolutamente raggiungibili. Amano la velocità, il virtuosismo tecnico, la fusione dello spazio teatrale con il codice artistico della strada, dalla quale attingono le spinte verso l’arte nei diversi suoi aspetti, cosa che li porta spesso a collaborare con musicisti underground e visual artist.

Il loro primario obiettivo resta quello di uscire dagli spazi convenzionali, attraverso originalità, invenzione, innovazione e ricerca. Nel 1996 Marisa Ragazzo e Omid Ighani aprono due scuole di formazione professionale di hip hop, tutt’ora in attività, nel Lazio ed in Sardegna, alle quali si aggiungono, negli anni, altre 8 sedi condivise nell’organizzazione con Cruisin‘ Arts (MC Hip Hop School: Milano, Verona, Jesi, Firenze, Roma, Bari, Catania, Cagliari), ed una scuola di specializzazione per il Video Dance e l’House (Cruisin’ Urban Dance Hdemy: Modena e Roma). Oltre alle scuole di formazione professionale, svolgono un’intensa attività d’insegnamento, in Italia e all’estero.

Ideazione e regia: Marisa Ragazzo. Coreografie: Marisa Ragazzo e Omid Ighani Editing musicale: Omid Ighanì. Musiche: The Doors, Flaming Tunes, Simon & Garfunkel, The Stranglers, Bronnt Kapital Industries, Boards Of Canada, Bonobo, Moondog, El-P, RZA, Kilimanjaro Darkjazz Ensemble, Hirano & Hideki, René Aubry. Interpreti: Omid Ighani, Samar Khorwash, Jenny Mattaioli, Paolo Ricotta, Serena Stefani, Claudia Taloni, Afshin Varjavandi, Tiziano Vecchi.

Oggi è il 30 Ottobre 2020

Archivio