News

Dal Teatro La Fenice di Venezia, il benvenuto al 2015 con il Concerto di Capodanno

Ritorna il tradizionale Concerto di Capodanno, in onda il 1° Gennaio su Rai 1 alle 12:15, per festeggiare l’inizio del 2015. L’evento, ormai alla sua 12esima edizione, verrà trasmesso dal Teatro La Fenice di Venezia e prevede un programma di gran pregio, affidato alla maestria del direttore Daniel Harding, già presente all’edizione del capodanno 2011.

Il concerto si aprirà con un momento dedicato alla grande danza; ad esibirsi, la Prima Ballerina Nicoletta Manni assieme al Corpo di ballo del Teatro alla Scala, in una coreografia di Massimiliano Volpini su musiche di Vivaldi.

Dal podio, il maestro Harding dirigerà poi l’Orchestra de La Fenice nell’esecuzione di due brani tratti dal repertorio beethoveniano: l’ouverture Die Weihe des Hauses (L’inaugurazione della casa) op. 124 e la Sinfonia n. 8 in fa maggiore op. 93. Alla prima parte del Concerto, unicamente strumentale, seguirà la seconda, incentrata, come di consueto, sul grande melodramma italiano, dove interverranno, accompagnati dal Coro diretto dal maestro Claudio Marino Moretti, il soprano Maria Agresta e il tenore Matthew Polenzani.

In apertura, ci sarà la Sinfonia della Gazza ladra di Gioachino Rossini, seguita dal Coro nuziale e dalla cavatina di Arturo, interpretato da Matthew Polenzani, dal titolo “Per te d’immenso giubilo”, dal secondo atto di Lucia di Lammermoor di Gaetano Donizetti. Si proseguirà poi con un omaggio a Giacomo Puccini e alla sua Bohème: Maria Agresta e Matthew Polenzani vestiranno i panni di Mimì e Rodolfo, cimentandosi nei brani “Mi chiamo Mimì” e “Che gelida manina”, per poi unirsi nell’a due “O soave fanciulla”.

Ritorna l’Orchestra in un intermezzo strumentale dedicato a Nino Rota, con un Boogie-woogie dal secondo atto di Napoli milionaria, e ad Amilcare Ponchielli, con la celebre “Danza delle Ore” dal terzo atto della Gioconda, momento in cui sarà possibile ammirare nuovamente Nicoletta Manni e i danzatori scaligeri.

Il concerto si chiuderà con un vero tributo a Giuseppe Verdi che prevede il cantabile “Quando le sere, al placido”, dall’aria di Rodolfo del secondo atto di Luisa Miller, e la cabaletta di Violetta “Sempre libera degg’io”, dal primo atto della Traviata. Come vuole la tradizione, non possono mancare infine il coro “Va’ pensiero” dal Nabucco e il brindisi “Libiam ne’ lieti calici” dalla Traviata, gran finale d’insieme, arricchito dall’interpretazione del Corpo di ballo della Scala.

Il Concerto, in onda subito dopo la benedizione papale “Urbi et Orbi” da Piazza San Pietro, sarà trasmesso anche in varie nazioni europee da ARTE, ZDF, WDR, Radio France e da emittenti radiotelevisive di Paesi dell’Europa dell’Est. La voce che accompagna la diretta sarà del noto doppiatore Roberto Chevalier. La regia televisiva è affidata a Fabrizio Guttuso Alaimo.

Per la produzione, si ringraziano la Fondazione Teatro La Fenice di Venezia e Rai 1, con il contributo di Allianz e la collaborazione della Regione del Veneto e di Arte.

 

I biglietti del Concerto sono in vendita a prezzi compresi tra i 30 e i 300 euro presso le biglietterie Hellovenezia (Teatro La Fenice, Piazzale Roma, Tronchetto, Lido, Mestre, Dolo, Sottomarina, Cavallino-Treporti, Abano Terme), e presso tutte le filiali della Banca Popolare di Vicenza. Sono disponibili anche presso la biglietteria telefonica al numero 041 2424, al sito www.teatrolafenice.it e ancora alla biglietteria via fax allo 041 2722673.

Crediti fotografici: Michele Crosera, Brescia Amisano Teatro alla Scala.

Oggi è il 24 Ottobre 2019

Archivio

X