Musical Rubriche

“Sette spose per sette fratelli” oggi al debutto al Teatro Nuovo di Milano

Uno dei classici per eccellenza della storia del musical è pronto per conquistare anche il pubblico milanese. Massimo Romeo Piparo porta in scena al Teatro Nuovo il suo allestimento di Sette spose per sette fratelli, proposto nella scorsa stagione al Sistina nel 60° anniversario dell’uscita del film.

La storia narra di Adamo, maggiore di 7 fratelli rozzi boscaioli che vivono tra le montagne e che, stanco della solitudine, vuole prendere moglie. Conquista Milly che però scopre presto di dover prendersi cura non solo del marito ma di altri 6 rozzi uomini disordinati e rissosi. Come nella favola di Biancaneve trasforma la baita sporca dei boscaioli in una casa accogliente e insegna ai fratelli di Adamo l’arte del corteggiamento, cosicché anche loro possano conquistare una ragazza e sposarsi. Dopo mille vicissitudini, corteggiamenti, balli in paese, risse tra pretendenti, rapimenti di ragazze, valanghe in montagna e tanto altro, il lieto fine arriverà puntuale con 6 nuovi matrimoni e una neo­nata.

I protagonisti di questa indimenticabile storia sono Roberta Lanfranchi nel ruolo di Milly e Flavio Montrucchio in quello di Adamo, affiancati da un cast imponente di 20 ballerini attori cantanti acrobati che mette in risalto le qualità dei veri performer a tutto tondo come vuole il genere teatrale per eccellenza.

Un vero e proprio cult vincitore del Premio Oscar per la miglior colonna sonora nel 1955, rivive in una nuova edizione con liriche in versione italiana – di cui 4 inediti – arrangiate e dirette dal Mae­stro Emanuele Friello.

La versione italiana, prodotta dalla PeepArrow Entertainment, trae sicuramente ispirazione dal film ma con alcune rivisitazioni personali da parte del regista, come ad esempio l’esaltazione del romanticismo rispetto al lato comico della storia. È un musical che insegna che si può vivere di cose semplici e quando c’è l’amore tutto è possibile. Si riesce addirittura a trasformare un impossi­bile boscaiolo in un cuore dolce e romantico, in un uomo che punta sugli affetti. Il che ci porta pro­prio al significato più tradizionale del musical stesso, che nasce negli anni ’30 in America per di­staccare il pubblico dai problemi quotidiani della crisi economica. A questo punta Piparo con il suo spettacolo: portare un po’ di distrazione e amore a un pubblico che non è più in grado di sognare.

Sette spose per sette fratelli è anche uno dei primi musical che ha reso le coreografie parte integrante della narrazione che, in questa produzione, sono affidate a Roberto Croce e non mancano di effetti spettacolari e acrobazie. Le scene colorate e psichedeliche sono invece curate da Teresa Ca­ruso.

 

Dal film al palcoscenico, si ritroveranno le divertenti avventure dei fratelli Pontepee e delle loro in­namorate, con canzoni eseguite da un’orchestra dal vivo e un perfetto evento teatrale che coinvol­gerà ed entusiasmerà spettatori di tutte le età. Lo show sarà in scena a Milano fino al 6 gennaio.

Oggi è il 9 Dicembre 2019

Archivio

X