News

“Labile Pangea” e “Primitiva”: un’unica serata per due creazioni di Manfredi Perego

Questa sera, alle 21 alla Lavanderia a Vapore di Collegno, in corso Pastrengo 51, la Stagione di Danza del Balletto Teatro di Torino presenta, in un’unica serata due creazioni di Manfredi Perego, uno dei più interessanti artisti che la scena italiana abbia prodotto in questi ultimi tempi.
Segnalato e premiato dalla critica più attenta Perego, oggi un autorevole testimone della danza italiana d’Autore, presenta per la prima volta a Torino, due produzioni che hanno ricevuto nel tempo, numerosi riconoscimenti.

LABILE PANGEA

“labile tentativo
corpo pangea
l’io sconfitto”
coreografia Manfredi Perego
interpreti Lucas Delfino, Maxime Freixas, Chiara Montalbani
musica Paolo Codognola
luci Giovanni Garbo
costumi Emanuele Serrecchia
produzione TIR Danza / MP.ideograms

Progetto vincitore del Premio GD’A Giovane Danza d’Autore dell’Emilia Romagna 2017

Potenza e fragilità: Labile Pangea racchiude il suo più intimo significato nel bisogno di vivere questo contrasto. Potente come tutte le terre emerse assieme, come l’uomo nel momento in cui è attraversato dalla sensazione di invincibilità che lo accompagna per alcuni istanti, fragile come l’illusione di poter tenere tutto saldamente unito, sconfitto dal tempo che scorre senza accorgersi di noi. Il rapporto fuori controllo tra questi due stati d’animo stride nell’inconscio. La follia e la quiete si alternano nel corpo che diventa la geografia del contrasto.
Labile Pangea è una riflessione sulla precarietà e su quel senso di instabilità perpetua dentro il quale scivola la nostra esistenza.

produzione TIR Danza / MP.ideograms

con il sostegno del Fondo Regionale per la Danza Emilia-Romagna, Anticorpi – Rete di Festival Rassegne e Residenze Creative dell’Emilia Romagna, Fondazione i Teatri di Reggio Emilia, L’arboreto – Teatro Dimora di Mondaino, in collaborazione con il Centro Nazionale di Produzione della danza Scenario Pubblico/CZD, Fondazione Teatro Due di Parma

Progetto vincitore del Premio GD’A Giovane Danza d’Autore dell’Emilia Romagna 2017 

II PARTE

PRIMITIVA

origine di 

impulsi sconosciuti

creati da noi

 coreografia e interprete  Manfredi Perego

musica Paolo Codognola

luci Giovanni Garbo

Primitiva nasce da una ricerca incentrata su elementi primari che abitano la corporeità: è un viaggio mnemonico all’interno della più antica percezione di sé, quella animalesca e al contempo impulsiva e fragile. La coreografia è anche utopia. L’utopia di ricollegarsi e riscoprire l’origine di impulsi sconosciuti da noi creati, con tutto il timore che ne consegue nel percepire sottopelle una natura che non sapevamo abitarci, o che, forse, abbiamo solo intuito.

Per poter giungere alla parte originaria e autentica, la ricerca richiama una temporalità lontana residente in noi stessi e il collegamento con memorie primarie, strettamente connesse con il luogo che ospita il corpo.
Un ambiente in continua, ma lenta modifica, generato da un tempo autonomo non controllabile o modificabile dall’uomo.

Il progetto Primitiva si articola in tre capitoli, due di ricerca condotta attraverso gruppi di persone, e uno di sintesi in forma di solo.

produzione TIR Danza

in coproduzione con la Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza

in collaborazione con Centro Nazionale di Produzione della Danza Scenario Pubblico CZD, Teatro delle Briciole/Solares Fondazione delle Arti, MP.ideograms, ResiDance XL 

Artista Associato presso il Centro Nazionale di Produzione della Danza Scenario Pubblico/CZD

BIGLIETTI
Stagione 2018 — 2019
intero / 15€ ridotto / 12€ ridotto speciale / 6€
Online
www.ballettoteatroditorino.it/abbonamenti

Oggi è il 20 Maggio 2019

EVENTI

Archivio

X