News

LA NUOVA STAGIONE DEL TEATRO SAN CARLO DI NAPOLI
Un ricco cartellone per un grande teatro nella speranza di poter avere più pubblico in sala

Il San Carlo di Napoli annuncia la nuova Stagione con la speranza di poter riaprire a pieno regime, nel prossimo autunno, senza troppe restrizioni per i posti in sala. Quindici titoli di opera, quattro di balletto, diciotto tra concerti sinfonici, recital e concerti corali, sette appuntamenti del Festival pianistico e dieci concerti da camera, in programma da ottobre 2021 a novembre 2022.

Il Sovrintendente Stéphane Lissner ha annunciato una Stagione ricca e variegata in cui compaiono grandi nomi:

«È stato tempo di incertezza, di ansia, ma anche di riflessione, di azione comune e di impegno costante per salvaguardare i diritti dei lavoratori e nel contempo creare una nuova squadra che potesse guardare al futuro con rinnovata fiducia. Con la direttrice generale Emmanuela Spedaliere abbiamo condiviso le scelte future che hanno portato al San Carlo il direttore del Coro José Luis Basso, la direttrice del ballo Clotilde Vayer, il direttore dell’area artistica Ilias Tzempetonidis e siamo certi che daranno il loro migliore contributo per costruire assieme, non una stagione, bensì un percorso artistico e culturale di rilancio del nostro Massimo. Ma soprattutto abbiamo fortemente voluto la realizzazione dell’Accademia del Belcanto con la direzione di Mariella Devia e della Scuola del Settecento napoletano. Attività fondamentali per essere vicini ai giovani. Abbiamo il dovere di investire nella loro preparazione, nella loro formazione, per ricordare a noi stessi – ha concluso – che il miglior modo per ritrovare la direzione del presente è disegnare il futuro».

Ampio spazio alle collaborazioni (Teatro Massimo di Palermo, Wiener Staatsoper, Komische Oper Berlin, Real di Madrid, Staatsoper Unter den Linden Berlin ecc…) e doppia inaugurazione con La Bohème (dal 12 ottobre 2021) che doveva andare in scena lo scorso anno e Otello (dal 21 novembre).

Seguono, Lucia di Lammermoor, La Sonnambula, Aida, Le tre regine, Così fan tutte, Tosca, lo spettacolo multimediale di e con Marina Abramović “7 Deaths of Maria Callas”, Eugenij Onegin, Il barbiere di Siviglia, La Traviata, I puritani, Samson et Dalila, Tristan und Isolde.

Solo quattro i titoli della Stagione di Balletto in cui vedremo protagonista la compagnia del Teatro di San Carlo diretta da Clotilde Vayer.

Si apre il 30 dicembre con Il lago dei cigni nella versione di Partice Bart in scena al San Carlo per la prima volta. Musiche di Pëtr Il’ič Čajkovskij eseguite dall’Orchestra del Teatro di San Carlo diretta da Benjamin Shwartz.  Scene e costumi di Luisa Spinatelli. Balletto in scena fino al 5 gennaio 2022.
A seguire, dal 5 al 10 maggio 2022, I Maestri del XX secolo: Concerto di Kennet MacMillan, creazione concepita sul Concerto n.2 per pianoforte e Orchestra di Dmitrij Šostakóvič e Theme and Variations di George Balanchine sulla Suite per Orchestra n. 3 in sol maggiore op. 55 di Pëtr Il’ič Čajkovskij. Dirige l’Orchestra Hilari García.

Dal 22 al 28 maggio 2022 arriva Romeo e Giulietta su musica di Sergej Prokof’ev per la celebre coreografia di Kenneth MacMillan. Scene e costumi sono di Paul Andrews. Dirige l’Orchestra Vello Pähn. L’ultimo titolo di balletto va in scena a settembre 2022 al Teatro Politeama ed è un dittico che include la creazione di Hans Van Manen 5Tangos, su musiche di Astor Piazzolla, e In the Middle, Somewhat Elevated di William Forsythe su musiche di Thom Willems.

Info www.teatrosancarlo.it/it/pages/stagione-2021-programma.html

Oggi è il 17 Settembre 2021

IN EVIDENZA

DELLALO'

AIDA CONSIGLIA

Archivio