La danza nel cinema Rubriche

La danza nel cinema: “Lo schiaccianoci e i quattro regni”

Ci troviamo in pieno periodo natalizio e possiamo quindi dire: è tempo di Schiaccianoci! Le versioni del balletto sono moltissime e provando ad elencarle, si rischia sempre di dimenticarne qualcuna. La stessa cosa puo’ succedere con i film. Il soggetto ha infatti ispirato numerosi registi e produttori che hanno portato sul grande e piccolo schermo versioni più o meno fedeli al racconto originale di E.T.A. Hoffmann “Lo Schiaccianoci e il Re dei Topi” del 1816 o alla più celebre riscrittura di Alexandre Dumas padre messa in musica da Tchaikovsky per il balletto del 1892.

Per fare qualche esempio,“George Balanchine’s The Nutcracker” del 1993, l’ultimo film per il cinema diretto da Emile Ardolino in cui compare anche l’attore “bambino prodigio” Macaulay Culkin, è certamente uno dei più conosciuti. “Nutcracker: The Motion Picture” del 1986 è un altro buon esempio di adattamento in pellicola del balletto di Natale prodotto, fra gli altri, dal Pacific Northwest Ballet. Molti ricorderanno anche “Lo schiaccianoci in 3D”  diretto da Andrej Končalovskij, uscito nel 2010. Prima di questo, ci sono stati i film d’animazione “The Nutcracker Prince” del 1990, “Tom & Jerry e la favola dello schiaccianoci” del 2007, “Nutcracker Fantasy” (くるみ割り人形 Kurumiwari Ningyō), film d’animazione giapponese del 1979 arrivato anche negli Stati Uniti e persino “Barbie e lo schiaccianoci”, per il mercato home video del 2001. L’esempio più simpatico, poi, credo sia rappresentato da Ščelkunčik (Lo schiaccianoci) film d’animazione sovietico del 1973 (rintracciabile anche su youtube).

Insomma Lo Schiaccianoci e i quattro regni (The Nutcracker and the Four Realms) rappresenta solo la più recente, e di certo non l’ultima, trasposizione cinematografica della famosa storia il cui successo è da attribuire ad un mix di elementi come il mistero, la magia, il natale, l’ottimismo, la famiglia. A completare lo splendido quadro, le musiche di Tchaikovsky ormai note a tutti e in questo film rivisitate da James Newton Howard. 
Il primo teaser trailer del film è stato diffuso a dicembre 2017 mentre il trailer definitivo ad agosto 2018. Da questo, ma anche già dal titolo, si evince che nel film diretto da Lasse Hallström con Joe Johnston, la trama de Lo Schiaccianoci subisce sostanziali modifiche e rivede alcuni personaggi chiave, soprattutto quello della Fata Confetto interpretata da Keira Knightley, oltre ad essere un vero e proprio fantasy.

In apertura, il film ci presenta la famiglia Stahlbaum che come ogni anno si riunisce nel grande salone di casa Drosselmeyer (interpretato dal grande Morgan Freeman) per la festa della vigilia di Natale. Clara e i suoi fratelli hanno da poco perso la madre e per loro si tratta di una vigilia triste. Prima di avviarsi alla serata, il padre consegna ai ragazzi i regali che la moglie ha lasciato per loro: Clara (Mackenzie Foy) riceve un piccolo scrigno chiuso a chiave. È proprio cercando di recuperare la chiave, rubata da un topo, che Clara si ritrova in un luogo fantastico dove incontra lo Schiaccianoci Phillip che l’aiuta nel tentativo di riportare l’armonia tra i quattro regni che compongono quella dimensione incantata. Molti gli effetti speciali e mentre alcuni aspetti ricordano “Le cronache di Narnia” altri fanno pensare ad “Alice nel Paese delle meraviglie”. Quello che compie Clara è un percorso di crescita che le permette di staccarsi da un passato difficile verso un futuro molto piu’ roseo. Una versione della storia ancora più femminile del solito se si pensa che al centro della narrazione c’è una questione tra donne. È importante evidenziare che Clara non è una bambina indifesa o la principessa sognante che ci potremmo aspettiamo dalla Disney ma una ragazzina intelligente, curiosa, grande appassionata di scienza. È questo a salvarla.
Di forte impatto visivo, il film vanta trucco e costumi spettacolari, tra il teatro elisabettiano e il circo.

Si può dire che il vero legame con il balletto sia la presenza di Misty Copeland che danza il ruolo di Principessa ballerina e di altri danzatori tra cui la star Sergei Polunin.

La colonna sonora comprende anche un brano cantato da Andrea Bocelli e da suo figlio Matteo “Fall On Me”, la loro prima canzone registrata insieme, che accompagna i titoli di coda del film.

Anno: 2018
Regia: Lasse Hallström, Joe Johnston
Sceneggiatura: Simon Beaufoy
Coreografia: Liam Scarlett
Scenografia: Guy Hendrix Dyas
Costumi:
Jenny Beavan
Interpreti:
Keira Knightley (Fata confetto), Morgan Freeman (Drosselmeyer), Helen Mirren (Madre cicogna), Matthew Macfadyen (Mr. Stahlbaum), Anna Madeley (Marie Stahlbaum), Mackenzie Foy (Clara), Tom Sweet (Fritz), Jayden Fowora-Knight (Phillip/Lo Schiaccianoci), Misty Copeland (Principessa ballerina), Sergei Polunin (Cavaliere dei dolci), Jack Whitehall (Arlecchino), Richard E. Grant (Brivido), Eugenio Derbez (Biancospino), Ellie Bamber (Louise), Omid Djalili (Cavaliere), Meera Syal(Cook), Lil Buck (Re dei topi), Gustavo Dudamel (Direttore d’orchestra).
Fotografia:
Linus Sandgren
Montaggio:
Stuart Levy
Effetti speciali:
Chris Corbould
Produzione:
The Mark Gordon Company, Walt Disney Pictures
Distribuzione:
Walt Disney Pictures
Paese:
USA
Lingua originale: inglese
Durata:
100 min
Link al trailer: https://youtu.be/TUjTYJ7af00

Oggi è il 20 Giugno 2019

EVENTI

Archivio

X