News

Il 17 giugno, sul proprio canale YouTube, L’English National Ballet propone “Song of the Earth”

Mercoledi’ 17 Giugno alle ore 20 italiane andra’ in onda sul canale Youtube dell’English National Ballet, Song of the Earth (La Canzone della Terra), musiche di Mahler e coreografia del grande coreografo britannico Kenneth McMillan.

Song of Earth

Das Lied von der Erde, (Song of Earth, La Canzone della Terra) e’ un balletto ispirato al tormentoso ciclo di canzoni di Mahler e riunisce musica, poesia e coreografia illustrando la fragilità della vita e il suo costante rinnovamento. Tre figure centrali ritraggono la realtà agrodolce di amore, perdita e mortalità: una donna, un uomo e un enigmatico messaggero. Le canzoni poetiche sono cantate dal vivo da un tenore e la musica eseguita dall’Orchestra Filarmonica dell’English National Ballet.

Oltre a Kenneth Macmillan, anche Antony Tudor, e John Neumeier crearono balletti sulle note di questa composizione.

La coreografia di MacMillan per Song of the Earth è diversa da qualsiasi altra sua creazione. Introdusse l’orientalismo nel balletto, chiedendo ai ballerini di scivolare a piede piatto, inclinare i loro torsi e piegare le braccia ai gomiti e ai polsi.

MacMillan creò The Song of the Earth subito dopo Romeo e Giulietta e sperò di poterlo rappresentare al Covent Garden, ma il Consiglio di Direzione della Royal Opera House respinse la sua proposta dicendo che la musica di Mahler non era adatta al balletto. 6 anni dopo, nel 1965, McMillan propose il progetto al suo amico Cranko, direttore dello Stuttgart Ballet, che invece accettò prontamente l’offerta. Das Lied von der Erde sarebbe stato cantato in tedesco e Cranko sapeva che il pubblico di Stoccarda avrebbe compreso le parole delle poesie che Mahler aveva messo in musica e le avrebbe ritrovate nella coreografia. Il testo delle canzoni è tratto da poesie cinesi della dinastia T’ang del secolo VIII, liberamente tradotte in tedesco.

Il balletto ebbe un successo immediato, ampiamente ammirato dal pubblico e dalla critica tedeschi. Il Royal Ballet lo incluse nel suo repertorio sei mesi dopo la sua prima a Stoccarda. La prima fu nel maggio 1966 alla Royal Opera House di Londra, e gli interpreti principali furono Marcia Haydée, Donald MacLeary e Anthony Dowell (nella parte del Messaggero).

La Storia

Si tratta di sei canzoni basate su antiche poesie cinesi che esprimono la caducità dell’esistenza umana attraverso riflessioni dolcissime sulle gioie umane, concludendo poi con un addio al mondo.

La coppia centrale fa parte di un gruppo di giovani inconsapevoli della propria mortalità. Tra loro c’è un uomo con una semimaschera incolore sul viso: è Der Ewige – l’Eterno. Nella traduzione inglese è il Messaggero della morte che prende parte al gioco degli uomini. Sarà presente, anche se brevemente, verso la fine di ogni canzone. La protagonista appare nella seconda canzone dove si rivela la sua solitudine, la paura della morte e il suo desiderio di un compagno. Troverà il suo amante in un lungo pas de deux, ma se lo vedrà strappare dalla morte. Nell’ultimo assolo dovrà accettare la sua perdita, il ritorno al suo isolamento e l’inevitabilità della morte. Ma proprio mentre si rassegna a un destino al di fuori del suo controllo, il Messaggero ritorna con l’uomo, che ora indossa una mezza maschera bianca, che simboleggia la morte, e le tre mani si uniscono e avanzano insieme, come nell’eternità.

Cast

Coreografia Kenneth MacMillan

Musica Gustav Mahler

Designs Nicholas Georgiadis

Spettacolo dell’ 11 Ottobre 2018 al Palace Theatre di Manchester

Direttore d’Orchestra dell’ English National Ballet Philharmonic Gavin Sutherland

Guest Conductor Misato Tomita

Leader Matthew Scrivener

Contralto Rhonda Browne

Tenore Samuel Sakker

La Donna Tamara Rojo

L’Uomo Joseph Caley

Il Messaggero della Morte Jeffrey Cirio

Prima canzone: Joseph Caley Ken Saruhashi Francisco Bosch Aitor Arrieta Erik Woolhouse Guilherme Menezes

Seconda Canzone Tamara Rojo Senri Kou Tiffany Hedman Alison McWhinney Ken Saruhashi Francisco Bosch Aitor Arrieta Erik Woolhouse

Terza Canzone Senri Kou Jung ah Choi Anjuli Hudson Francesca Velicu Connie Vowles William Beagley Van Le Ngoc Joshua McSherry-Gray Giorgio Garrett

Quarta Canzone Tiffany Hedman Alison McWhinney Precious Adams Jung ah Choi Anjuli Hudson Francesca Velicu Connie Vowles Aitor Arrieta Guilherme Menezes Ken Saruhashi William Beagley Van Le Ngoc Joshua McSherry-Gray Giorgio Garrett

Quinta Canzone Joseph Caley Francisco Bosch Aitor Arrieta

Sesta Canzone La Compagnia tutta

Maestro Ripetitore Ospite Grant Coyle

Maestro aggiunto Edward Watson

Costume Designer Nicholas Georgiadis CBE

Link

https://www.youtube.com/watch?v=okIqz-jxssU

Foto: Laurent Liotardo

Oggi è il 22 Settembre 2020

Archivio