Broadway Bound Rubriche

“Don’t Stop ‘Til You Get Enough”, il musical su Michael Jackson in anteprima a Chiacago in ottobre

Il Re del Pop è pronto a calcare i palcoscenici dei teatri di Broadway, ma prima si dirigerà verso la Windy City. Il bio-musical sulla vita e la musica di Michael Jackson (attualmente ancora in fase di sviluppo), intitolato “Don’t Stop ‘Til You Get Enough” (come il titolo del primo singolo del quinto album dell’artista  “Off the Wall” del 1979), sarà presentato in anteprima mondiale al James M. Nederlander Theatre di Chicago (ex Oriental), ed inizierà le sue esibizioni il 29 ottobre. Come riportato in precedenza, il debutto del musical a Broadway è previsto per il 2020.

Christopher Wheeldon sarà regista e coreografo dello spettacolo, che si concentrerà sulla carriera dell’artista tra i 20 ei 30 anni, attingendo ai successi più amati e più venduti del Re del Pop con un libretto della fortunata vincitrice del premio Pulitzer Lynn Nottage.

Cosa aspettarsi da un musical sulla vita di Michael Jackson?
È ancora presto per determinare esattamente come sarà lo spettacolo quando arriverà a Broadway, anche per il regista-coreografo Christopher Wheeldon: “Abbiamo fatto una lettura di 29 ore e stiamo ancora lavorando al libretto”.

Ciò che è certo è che il musical sarà una collaborazione tra The Michael Jackson Estate e Columbia Live Stage. Wheeldon sta per iniziare un laboratorio di danza per lo spettacolo, che porterà a un laboratorio complessivo di quattro settimane.
La cosa su cui il regista è chiaro è che non sarà un bio-musical sull’intera vita del Re del Pop: “Lo spettacolo è circoscritto ad un particolare momento” – ha rivelato Wheeldon a Playbill “Faccio sempre riferimento allo straordinario film che Spielberg ha fatto su Lincoln: prendi un momento chiave nella storia della vita di qualcuno e poi lo usi come punto di ancoraggio per la narrazione passata e, forse, come profezia di quello che verrà. Lo faremo anche noi con questa storia”.

A prescindere dalla sceneggiatura, Wheeldon ha davanti a sé un altro compito molto arduo: coreografare l’uomo che ha reso popolare il moonwalk.

Il vincitore del Tony Award per la Migliore Coreografia per il suo “An American in Paris” paragona questo progetto a quell’adattamento di Broadway: “Con quello spettacolo credo di aver trasmesso ai fan del film il vero senso dello stile di quel periodo e delle coreografie di Gene Kelly e Leslie Caron. Questo potrebbe essere il modo con cui lavoreremo per “Don’t Stop ‘Til You Get Enough” – rivela Wheeldon – “Inoltre intendo mettere un bel po’ del lavoro di Michael all’interno dello spettacolo.”

Oggi è il 21 Aprile 2019

Eventi

aprile, 2019

lun

mar

mer

gio

ven

sab

dom

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

Nessun evento in programma per questa data

Archivio

X