Broadway Bound Rubriche

Disney rilascia il teaser trailer del nuovo film live action “Aladdin” – IL VIDEO

Dune di sabbia, una città in lontananza, Agrabah, vista dagli occhi di un pappagallo – presumibilmente il compagno di Jafar, Iago – che si libra in alto nel cielo. La scena si sposta presto nella leggendaria bocca della tigre, la Caverna delle Meraviglie, con il profilo di Jafar in piedi davanti mentre Aladdin vi scompare dentro.

“Only one may enter here…one whose worth lies far within…the diamond in the rough”

Inizia così il teaser trailer del film live action “Aladdin” rilasciato nei giorni scorsi dalla Disney. Il remake del classico d’animazione uscirà nelle sale americane il 24 maggio 2019.

Le riprese sono iniziate il 6 settembre 2017 ai Longcross Studios nel Regno Unito e si sono concluse il 24 gennaio 2018. Parte del film è stata girata nel deserto di Uadi Rum in Giordania. Alcune riprese aggiuntive si sono svolte ad agosto 2018.

A dare vita ai personaggi dell’amato cartone animato troviamo un cast di tutto rispetto che include, giusto per iniziare, il due volte candidato all’Oscar Will Smith (“Ali”, “Men in Black”) nel ruolo del Genio che ha il potere di concedere tre desideri a chiunque possieda la sua lampada magica; Mena Massoud (“Jack Ryan”) sarà il protagonista Aladdin, lo sfortunato ma adorabile straccione che si innamora della figlia del sultano; la Principessa Jasmine sarà interpretata da Naomi Scott (“Power Rangers”), la bella figlia del Sultano che vuole avere voce in capitolo su come vivere la sua vita; Marwan Kenzari (“Assassinio sull’Orient Express”) sarà Jafar, il malvagio stregone che escogita un nefasto complotto per spodestare il Sultano e governare Agrabah; troviamo poi Navid Negahban (“Homeland”) nel ruolo del Sultano, il sovrano di Agrabah desideroso di trovare un marito per sua figlia, Jasmine; Nasim Pedrad (“Saturday Night Live”) sarà Dalia, la confidente della principessa Jasmine; Billy Magnussen (“Into the Woods”) vestirà i panni di Prince Anders, un pretendente di Skanland e potenziale marito della principessa, e Numan Acar (“Homeland”) qelli di Hakim, il braccio destro di Jafar e capo delle guardie del palazzo.

Interessante la scelta di affidare la regia al visionario Guy Ritchie (“Sherlock Holmes”, “The Man from UNCLE”) che sicuramente saprà coniugare il suo inconfondibile e singolare talento per un’azione veloce e viscerale alla magia Disney, mentre la sceneggiatura è a cura di John August (“Dark Shadows”, “Big Fish”) e basata sul film d’animazione del 1992 “Aladdin” e sulle storie di “Le Mille e una notte”. Il produttore è Dan Lin (“The LEGO Movie”) con il vincitore del Golden Globe Marc Platt (“La La Land”), Jonathan Eirich (“Deathnote”) e Kevin De La Noy (“The Dark Knight Rises”) in veste di produttori esecutivi.

La colonna sonora è del compositore otto volte vincitore dell’Academy Award Alan Menken (“La bella e la bestia”, “La sirenetta”). Oltre alle canzoni originali troveremo nuove registrazioni curate dai parolieri vincitori del premio Oscar Howard Ashman (“Little Shop of Horrors”) e Tim Rice (“The Lion King”) e due nuovi brani scritti da Menken e dai cantautori premi Oscar e Tony Award, Benj Pasek e Justin Paul (“La La Land”, “Dear Evan Hansen”).

Ripercorrendo la storia di “Aladdin” – Il film divenne il miglior successo del 1992 incassando 217.350.219 dollari negli Stati Uniti e 504.050.219 in tutto il mondo; fu il maggiore incasso ottenuto per un film d’animazione fino all’uscita de “Il re leone”, due anni più tardi. In Italia la pellicola arrivò l’anno successivo, per la stagione 1993/94, durante il classico periodo natalizio e quando fu ritirato aveva incassato oltre 30 miliardi di lire e al box office fu al secondo posto dietro a “Jurassic Park” di Steven Spielberg.
“Aladdin” venne ben ricevuto dalla critica nonostante alcuni aspetti del film vennero ampiamente criticati. Ed Gonzalez di Slant Magazine fece una recensione negativa descrivendo il film come razzista, ridicolo e un “narcisistico spettacolo da circo” l’interpretazione di Robin Williams. La recensione di IGN disse che oltre al Genio e alla scena all’interno della Caverna delle Meraviglie, “Aladdin è totalmente privo di sorprese (…). Tu sai già cosa succederà, e nel contenuto è così piccolo da sembrare quasi speciale” e descrisse il cast, in particolare i protagonisti, come “personaggi ben confezionati”. Roger Ebert considerò invece la musica inferiore ai due precedenti film “La sirenetta” e “La bella e la bestia” e disse che Aladdin e Jasmine erano “scialbi e di routine”.
Nel 2011 “Aladdin” ebbe il suo debutto teatrale al 5th Avenue Theatre di Seattle. Dopo diverse produzioni regionali e internazionali nel 2012, il musical fece il collaudo pre-Broadway a Toronto nel 2013. Aprì ufficialmente a Broadway al New Amsterdam Theatre il 20 marzo 2014 e fu candidato a cinque Tony Award vincendone uno per la Miglior Performance di un Attore Protagonista in un Musical per James Monroe Iglehart.
Le musiche sono sempre firmate da Alan Menken e i testi da Howard Ashman, Tim Rice e Chad Beguelin. Beguelin scrive anche il libretto. Il musical include tre canzoni scritte per il film da Ashman e quattro nuove canzoni scritte da Menken e Beguelin.

Oggi è il 9 dicembre 2018

Eventi

dicembre, 2018

lun

mar

mer

gio

ven

sab

dom

-

-

-

-

-

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

Nessun evento in programma per questa data

Archivio

X