News

Angela Merkel: “Cari artisti… siete importanti per noi”. E in Italia?

“La Germania è il paese della cultura e siamo molto orgogliosi della nostra vasta gamma di offerte: musei, teatri, club di letteratura e molto altro ancora.” E continua “Le offerte culturali dicono qualcosa di noi” [..] “La pandemia, il Coronavirus, significa ora un profondo taglio nella nostra vita culturale comune. Particolarmente colpiti sono gli  artisti, soprattutto i freelancer. Il tempo presente significa incertezza. Ed è per questo che il governo federale, insieme ai Länder federali ed il ministro della Cultura Monika Grütters, è interessato a garantire che la nostra vita culturale continui ad avere una possibilità anche in futuro e che gli stessi artisti abbiano una possibilità.”

Così parlò Angela Merkel, Cancelliera federale tedesca che sottolinea l’importanza dell’arte e il valore che gli artisti hanno per la Germania e la popolazione tedesca.

“Gli eventi culturali sono di estrema importanza per la nostra vita, perché nell’interazione tra gli artisti e il loro pubblico ci sono prospettive completamente nuove. Ci confrontiamo con le emozioni, sviluppiamo nuove emozioni e nuovi pensieri, comprendiamo meglio il passato e possiamo anche guardare al futuro in un modo completamente nuovo.” Tutto questo vale per la sfera culturale, ma anche per quella pubblica. Infatti, sempre rispettando i limiti, è possibile sviluppare nuove idee anche nello spazio digitale. L’arte merita dunque un posto speciale, ed è per questo che la Merkel ha deciso di riaprire musei e siti commemorativi, in maniera sicura dal punto di vista igienico. E questa settimana ha chiesto ai ministri dei Länder, insieme al ministro della cultura, “di sviluppare nuovi concetti per l’apertura di teatri, sale da concerto, opere liriche e altri siti culturali secondo le norme di igiene e di sicurezza.

“La responsabilità della cultura in Germania è principalmente dei Länder federali. Ognuno di essi ha inoltre istituito programmi di sostegno per gli artisti. Ma il governo federale ha sempre tenuto conto anche delle esigenze degli artisti e delle industrie creative nei suoi programmi di aiuto. Il nostro programma per i lavoratori autonomi e solitari è quindi particolarmente utile per coloro che devono pagare i costi dello studio a tempo indeterminato.

Affitti e altre spese.

“Abbiamo reso più facile l’accesso all’offerta di base per i lavoratori autonomi e continueremo a vedere quali misure di sostegno saranno necessarie per l’arte nei prossimi mesi. Questo è il nostro obiettivo, affinché il nostro ampio e diversificato panorama culturale possa continuare ad esistere anche dopo la fine della pandemia, dopo il superamento di questo profondo taglio. Si tratta di un compito impegnativo, ma è un compito che il governo federale ha posto in cima alla lista delle sue priorità.” Inoltre la cancelliera conclude il video dicendo “Cari artisti, so che questo è un momento molto, molto difficile per voi. So cosa ci manca e quanti cittadini stanno aspettando di poter rivivere la loro vita culturale. Fino ad allora, cercheremo di sostenervi il più possibile con i nostri programmi di aiuto, ma anche dicendovi quanto siete importanti per noi.”

Oggi è il 27 Gennaio 2021

AIDA CONSIGLIA

Archivio