News

A Martina Arduino il premio nazionale “Sfera d’oro per la danza”
La serata ha inaugurato il Festival Internazionale “Lasciateci sognare”, che prevede un ricco cartellone

Un altro importante riconoscimento quello conferito alla prima ballerina del Teatro Alla Scala Martina Arduino, che lo scorso 25 settembre ha vinto il premio “Sfera d’oro per la danza” nell’ambito del Gala svoltosi al Teatro Verdi di Padova, che ha visto la presenza dei più talentuosi danzatori italiani e di una giuria di primo livello.

La serata ha aperto il Festival Internazionale di Danza “Lasciateci Sognare”, organizzato da La Sfera Danza, che prevede un programma di appuntamenti con la danza fino al 21 novembre.

La manifestazione, giunta alla sua terza edizione, è diretta da Gabriella Furlan Malvezzi e ha visto alternarsi primi ballerini e solisti italiani affermatisi in Italia e all’estero in un susseguirsi di assoli e passi a due tratti dal repertorio classico e contemporaneo. Fra loro Federico Bonelli, principal dancer del Royal Ballet di Londra, Martina Arduino, prima ballerina del Teatro Alla Scala di Milano, Jacopo Bellussi, primo ballerino del Balletto di Amburgo, Alessio Rezza, primo ballerino del teatro dell’Opera di Roma, Linda Messina e Michele Morelli, del Balletto del teatro Massimo di Palermo, Danilo Notaro, ballerino solista del teatro di San Carlo di Napoli, Giada Rossi Igor Bacovich, della Compañía Nacional de Danza di Madrid, Veronica Colombo e Zaloa Fabbrini del Ballet Nice Méditerranée del teatro dell’Opera di Nizza, Sara Zinna dello Staatstheater Karlsruhe in Germania.

Martina Arduino, che ha partecipato alla serata di gala danzando nel ruolo di Sylvia di Manuel Legris, in coppia con Marco Agostino, si è dichiarata onorata di ricevere il premio. La scelta del ruolo, spiega la Arduino, è stata dettata dal fatto che il personaggio della guerriera mitologica la rappresenta in modo particolare in questo momento della sua vita. L’emozione e la gioia di ritrovarsi sul palcoscenico dopo lunghi mesi di pandemia, aggiunge, sono state indimenticabili.

In questa occasione è stato consegnato inoltre il Premio alla Carriera ad Anna Razzi, ex direttrice del Teatro San Carlo di Napoli, con alle spalle una brillante carriera da danzatrice accanto a nomi che hanno scritto la storia della danza come quello di Rudolf Nureyev.

I premi consegnati sono opere uniche della scultrice padovana Jone Suardi.

Crediti fotografici: Brescia e Amisano

Oggi è il 24 Ottobre 2021

IN EVIDENZA

DELLALO'

AIDA CONSIGLIA

Archivio