Finchè c'è tango c'è vita Rubriche

Vuelvo al sur. Torna Finché c’è tango c’è vita di Vittoria Maggio

Torna Finché c’è tango c’è vita! Torna “come si torna sempre all’amore!”

Spesso si torna a qualcosa o a qualcuno dopo una pausa: nel nostro caso è stata la pausa estiva, momento di stacco e ricarica.

La pausa nel tango come nella vita è fondamentale.

Un personaggio carismatico come era Carlos Gavito, grande ballerino di tango, parlava della capacità di ballare la musica nelle pause:

“A volte quando ballo, sento che la musica è così sublime che qualsiasi movimento sarebbe in più, quindi, mi fermo ad ascoltare”.

 Pausa, ascolto, nuovo inizio di “passo” come nella vita: nuovo anche se si torna su quello stesso passo, anche se si torna in quello stesso luogo fisico o mentale perché dopo la pausa si torna con l’animo rinnovato.

Tornare, volver, tornare a quello che si ama: tutti stiamo tornando in questo periodo e quindi oggi non possiamo che tornare alla nostra rubrica con il tango del ritorno per antonomasia: Vuelvo al sur!

 Vuelvo al sur, composto nel 1987 da Astor Piazzolla con testo di Fernando Solanas, nasce come colonna sonora del film Sur di cui è regista lo stesso Solanas: parla del ritorno in Argentina, dopo la dittatura, di Floreal, operaio di Buenos Aires, che dopo cinque anni torna finalmente a casa. Per il timore però che la moglie lo abbia tradito con il compagno di lavoro, preferisce vagare nella notte per la città, accompagnato dal fantasma di un suo amico, alla ricerca del suo passato. La mattina il fantasma si dissolve e Floreal torna a riabbracciare la moglie e il suo bambino.

Vuelvo al sur è il tango del ritrovarsi, dell’amicizia, dell’amore, della libertà che vince sull’oppressione, della dignità nonostante le avversità, del destino del cuore, il tango del saper dire “Te quiero Sur!”.

Gli interpreti più famosi sono stati Mercedes Sosa, Caetano Veloso, Gotan Project, Amelita Baltar, Richard Galliano, Teresa Salgueiro, in Italia Fiorella Mannoia e Antonella Ruggiero; ho scelto di  farvi ascoltare l’interpretazione della coppia Piazzolla & Goyeneche che io considero la più classica.

Piazzolla non ha bisogno di presentazione! Meno noto al grande pubblico invece é Roberto Goyeneche, cantante argentino che ebbe molto successo cantando tango:

aveva una personalità interpretativa molto forte e con la particolarità di non seguire il tempo in maniera rigorosa, preferendo cantare in controtempo, come nel jazz!

Fu soprannominato “il polacco”, per la sua magrezza e i suoi capelli rossi e lunghi.

Fino alla sua morte, avvenuta nel 1994, fu considerato il più grande cantante di tango in attività, tant’è che il quartiere Saavedra di Buenos Aires gli ha dedicato una strada.

Ecco Vuelvo al Sur:

https://www.youtube.com/watch?v=MDpgHNoWASM

Vuelvo al Sur                                                      Torno al Sud

como se vuelve siempre al amor,                  come si torna sempre all’amore
vuelvo a vos,                                                       torno da te
con mi deseo, con mi temor.                           col mio desiderio e il mio timore

Llevo el Sur,                                                        Porto il Sud
como un destino del corazon,                         come un destino dentro al cuore
soy del Sur,                                                          sono del Sud
como los aires del bandoneon.                        come il respiro del bandoneon

Sueno el Sur,                                                       Sogno il Sud
inmensa luna, cielo al reves,                         immensa luna cielo al contrario
busco el Sur,                                                        io cerco il Sud
el tiempo abierto, why su despues.               il tempo aperto e il suo futuro

Quiero al Sur,                                                     Amo il Sud
su buena gente, su dignidad,                         con la sua gente la sua dignità
siento el Sur,                                                       sento il Sud
como tu cuerpo en la intimidad.                   come il tuo corpo nell’intimità
Te quiero Sur                                                      Ti amo Sud
Te quiero Sur                                                      Ti amo Sud
Te quiero Sur                                                      Ti amo Sud

Per “tornare” alla parte danzata del tango argentino, ballare Vuelvo al Sur è impresa ardua, se non per questioni tecniche e ritmiche, per il forte trasporto emotivo che bisogna vivere e far vivere a chi ci guarda.

Vi propongo quindi la versione danzata di Luis Castro & Claudia Mendoza per la loro soavità, emozione e drammaticità che riescono a trasmettere:

https://www.youtube.com/watch?v=vOK7PSU2jOw

Come sempre buon Tango a tutti, a chi lo balla, a chi inizierà a ballarlo, a chi lo ascolterà oppure lo guarderà, a chi lo ama e a chi lo rifiuterà e male ne parlerà … A chi vive insomma perché Finché c’è tango c’è vita!

Un abbraccio!

Oggi è il 12 dicembre 2017

Eventi

dicembre, 2017

lun

mar

mer

gio

ven

sab

dom

-

-

-

-

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

Nessun evento in programma per questa data

Newsletter

Archivio

Ad

X