News

Passe-Partuot: la distanza tra dita e piedi si accorcia.

Tecnologia e danza ormai non hanno più barriere e la collaborazione tra le due continua e si evolve. Mentre la danza sembra costantemente vivere nella memoria del passato, legata al sudore e al duro sforzo dei piedi in movimento, la tecnologia si muove alla velocità di uno schiocco di dita. Ecco che i piedi, immobili o in moto continuo, ancorano il danzatore al palcoscenico e lo trascinano in quel mondo di storia e di tradizioni che appartiene al teatro. Parte allora un grand jeté e mille acrobazie e tecnicismi, ecco un talentuoso coreografo spiegare, camminando da un lato all’altro del palco, quali diagonali visive vuole creare. E dall’altro lato ecco una intera generazione di coreografi chini a scrivere appunti coreografici, ecco la mano vivida che si appoggia ad una videocamera, ecco la mano leggera che muove il mouse del computer per far sì che quel monitor possa riempirsi di coreografie. Si tratta insomma di una collaborazione che cerca di rendere tali due forme di creatività più vicine al pubblico, ma sempre al servizio dell’arte del coreografo.

Nessuno fino ad ora, però, aveva pensato che quella stessa tecnologia avrebbe aiutato le dita del pubblico a leggere i passi coreografati dei ballerini. Finalmente a ciò ha pensato la 2wice Art Foundation, lanciando Passe–Partout: il programma, prodotto da Patsy Tarr e creato da Abbott Miller, è una app per iPad.

Solitamente, quando si pensa alle due discipline, la collaborazione che per prima salta alla mente è quella creata da Merce Cunningham, il coreografo americano che comincia a introdurre una cooperazione tra danza per il palcoscenico e danza per la pellicola cinematografica. Ecco che Merce, ormai sul trascorrere dell’età, inventa un programma per aiutare i coreografi a creare movimenti tramite il proprio PC. E di nuovo ecco Merce creare delle immagini di danzatori digitali da far ballare vicino ai danzatori in carne e ossa in “Biped”. Una scienza che giunge in ausilio dell’altra dottrina, che si frammischia a essa, in una viva e incessante collaborazione che sostiene e arricchisce entrambe. A volte la mano del cinema, come nel film di Win Venders su Pina Bausch, aiuta il piede della danza e la avvicina al pubblico, alter volte l’aiuto del computer è puramente compositivo, parte del processo creativo. Si tratta comunque di un processo che beneficia le due discipline e del quale il pubblico può soltanto afferrare un prodotto finito.

Passe–Partout invece è una app che cerca di regalare al pubblico uno spiraglio sul processo creativo, dando al fruitore la possibilità di percorrere quest’ultimo: l’utente infatti può creare e analizzare singoli movimenti ed unirli in una coreografia fino a 13.000 combinazioni possibili. In questa ricerca coreografica, non ci sono scelte sbagliate. E, diversamente dai balletti sul palcoscenico che scompaiono una volta che il sipario si chiude, la danza creata per Passe–Partout può – a quanto dicono gli ideatori – essere salvata e condivisa sui social media.

La app vede nomi di grande prestigio, come il ballerino principale dell’American Ballet Theater Daniel Ulbritch e il Coreografo e Danzatore dell’ABT Justin Peck, con musiche di Aaron Severini. Justin Peck crea un processo creativo lievemente fuori dagli schemi tradizionali proprio per dare libertà all’utente, mentre la musica di Aaron Severini si focalizza su diversi strumenti come il clarinetto, il piano, la marimba, l’arpa che sono stati ideati in maniera tale che, se anche uno di questi strumenti è in azione, non confligge con quelli successivi.

 

Passe–Partout è un invito poetico all’amore per la danza, un tributo alla fatica del processo creativo del coreografo e un inno al sacrificio del danzatore. Certo piedi e mani saranno finalmente più vicini, ma, come ci ricorda Daniel Ulbritch, non bisogna dimenticarsi degli altri sensi. La tecnologia può aiutare a regalare l’essenza della coreografia, ma non può sostituirsi alle emozioni e alla visione dello sacrificio fisico dei danzatori in uno spettacolo goduto dal vivo.

Oggi è il 22 novembre 2017

Eventi

novembre, 2017

lun

mar

mer

gio

ven

sab

dom

-

-

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

Nessun evento in programma per questa data

Archivio

Ad

Newsletter

X