News

Il Balletto del Sud illumina le notti di Lecce con cinque imperdibili appuntamenti

La grande danza approda all’Anfiteatro Romano e al Teatro Romano per gli appuntamenti estivi firmati Balletto del Sud in collaborazione con il Comune di Lecce.

Cinque serate con le coreografie di Fredy Franzutti, a partire da sabato 12 agosto, alle 21.30, con “Romeo e Giulietta”, balletto in due atti basato sulla trama della celebre tragedia di William Shakespeare messa in musica da Sergej Prokofiev. La vicenda dei due amanti di Verona ha assunto nel tempo un valore simbolico, diventando l’archetipo dell’amore perfetto ma avversato dalla società.
Il coreografo Fredy Franzutti crea il balletto per la sua compagnia, il Balletto del Sud,  oggi una delle più note e apprezzate nel panorama nazionale, nel 1998 riscuotendo successo di pubblico e critica, sia per la parte coreografica che per quella visiva: le scene, realizzate da Francesco Palma, sono tratte dai dipinti di Giotto, Piero della Francesca e Cimabue e ci introducono in un mondo illustrativo bidimensionale, sospeso e fluttuante.
Danzano i ruoli principali: Martina Minniti, Alexander Yakovlev, Alessandro De Ceglia, Gabriele Togni, Federica Delle Rose, Andrea Sirianni, Federica Resta, Nuria Salado Fusté, Valerio Torelli e Lucio Mautone.
Accanto a loro, sul palco, nei ruoli del popolo, nobili e cortigiane: Francesca Bruno, Lucio Mautone, Francesca Raule, Federica Scolla, Francesco Rovea, Beatrice Bartolomei, Valerio Torelli, Alice Leoncini, Elia Davolio, Fabiana Serrone, Gianmarco Rostro Benigno.

Si prosegue giovedì 17 agosto, sempre alle 21.30 e sempre all’Anfiteatro Romano, con “Carmen”, uno degli spettacoli più replicati del Balletto del Sud. La celeberrima eroina di Prosper Mérimée dalla bellezza medusea seduce il pubblico da oltre un secolo anche grazie alla popolarissima musica di Georges Bizet, che dal testo trasse un’opera lirica.
“Carmen” è ambientata in una Spagna colorata di esotismo che aumenta il fascino della tradizione popolare di una terra che fu crocevia di popoli e culture. Alle musiche di Bizet si affiancano opere di altri autori (Albéniz, Chabrier e Massenet) che guardano nella stessa maniera il paese e il popolo spagnolo dalla raffinatissima Parigi.
La Carmen di Fredy Franzutti ha avuto più di 100 repliche nei più prestigiosi teatri e festival internazionali, dall’Opera di Tirana alla presenza di Sali Berisha e di numerose autorità albanesi al Teatro Grande di Pompei voluto dal Ministro Franceschini, del quale è stato l’evento inaugurale. Scene a trasformazione e accattivanti costumi, citazione del mondo operistico, hanno contribuito al successo dello spettacolo. Danzano i primi ballerini Nuria Salado Fusté, Carlos Montalvan, Alessandro De Ceglia, Alexander Yakovlev, Martina Minniti e il corpo di ballo del Balletto del Sud.

Venerdì 18 agosto, stesso posto e stessa ora, andrà in scena “The Unknown Citizen”, performance di teatro, musica e danza in due atti su musiche di Antonio Vivaldi e John Cage e testi di Wystan Hugh Auden. Proprio da una sua celebre poesia, infatti, è tratto il titolo. Per le sue coreografie Franzutti utilizza le stagioni, intese come mutamento climatico dell’anno solare, per riflettere sulle fasi della vita dell’uomo. I quadri danzati sono legati fra loro dalle rime del poeta Auden, interpretate dall’attore Andrea Sirianni, dando centralità alla sua analisi della società dell’uomo comune definito “l’ignoto cittadino”. Alle note di Vivaldi si alternano, in contrasto, le a-melodie ritmate di John Cage che ci portano alle esigenze dell’uomo moderno ed alle straordinarie potenzialità espressive di questa età dell’ansia che abbiamo chiamato contemporaneità. Le scenografie sono affidate alla pittrice Isabella Ducrot, le luci a Piero Calò. Lo spettacolo, che risulta una delle produzioni più contemporanee del repertorio della compagnia, ha riscosso, fin dalle prime rappresentazioni, ottimo riscontro di pubblico e lodi dalla critica. Danzano i primi ballerini Nuria Salado Fustè, Alessandro De Ceglia e il Corpo di ballo del Balletto del Sud.

Il mese si chiude al Teatro Romano con due Gran Galà, il primo, in programma il 30 agosto alle 21.30, è dedicato al Mediterraneo, mentre il secondo, la sera successiva, ai Miti in scena. Nel dettaglio, il Gran Galà della Danza del 30 agosto è uno spettacolo dedicato alla magia del balletto classico e alle più celebri pagine del suo repertorio, portato in scena da una delle poche compagnie in Italia in grado di affrontare l’impegno tecnico e le qualità espressive richieste dal genere narrativo nel balletto classico accademico. Gli interpreti, di entrambi i Galà, sono i solisti Martina Minniti, Alessandro De Ceglia, Nuria Salado Fustè, Alexander Yakovlev, primi ballerini della compagnia, ed artisti ospiti internazionali. Nel Galà dedicato al mito antico e alla cultura classica del 31 agosto è prevista anche la partecipazione dell’attore Andrea Sirianni.

Informazioni e prevendita: Castello Carlo V, Via XXV Luglio, Tel. 0832 246517; Balletto del Sud, Via A. Biasco, 10, Tel. 0832 453556; Salento Info Tour, Viale Porta D’Europa, Tel. 0832 498204. Prevendita on line: www.ciaotickets.com.

Oggi è il 15 dicembre 2017

Eventi

dicembre, 2017

lun

mar

mer

gio

ven

sab

dom

-

-

-

-

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

Nessun evento in programma per questa data

Newsletter

Archivio

Ad

X